Il lavoro femminile nel 1800 e i 5 mestieri che non ti aspetti

Il lavoro femminile nel 1800

Il lavoro femminile nel 1800 e i 5 mestieri che non ti aspetti

Il lavoro femminile nel 1800 è scarsamente conosciuto e censito, ma costituisce una parte importante del complesso mondo lavorativo del secolo.

Se nella società rurale le donne si trovavano spesso ad avere il duplice ruolo di gestione domestica e di aiuto nei campi, specie nei momenti di maggior lavoro come durante il raccolto o la vendemmia o la tosatura delle pecore, con l’avvento della società industriale la donna diventa lavoratrice a tutti gli effetti, nonostante il suo lavoro sia meno retribuito e meno considerato, oltre che non tutelato.… Continua...

la luna di miele nel 1800

La luna di miele nel 1800 – tradizioni e curiosità

La luna di miele nel 1800 e non solo – tradizioni e curiosità

La luna di miele nel 1800 diventa quella che conosciamo anche oggi, un viaggio che i novelli sposi intraprendono per riposarsi dopo lo stress della preparazione delle nozze. Ma come nasce questa tradizione e in particolare perché ha questo nome?

La luna di miele nel 1800 e non solo…

Quello che forse ci stupisce è scoprire che la definizione “luna di miele” è comune in diverse lingue: in inglese è honey moon, in francese lune de miel, in spagnolo luna de miel, in gallese (mis mêl) e persino in arabo (shahr el ‘assal).… Continua...

William Perkin e il color malva: la prima tinta sintetica

William Perkin e il color malva: la prima tinta sintetica

William Perkin e il color malva, la prima tinta sintetica sono i protagonisti di una storia tutta vittoriana di scoperte e di casi, di scienza e di sperimentazione.

In passato abbiamo parlato delle tinte che andavano di moda in epoca Regency

I colori di moda in epoca Regency

e abbiamo visto che, sebbene prevalessero i colori più chiari, pastello, venivano apprezzati anche quelli più vivaci, come il rosso pulce e il giallo zafferano.… Continua...

I vittoriani e gli animali esotici: quando la bisnonna allevava lemuri

I vittoriani e gli animali esotici: quando la bisnonna allevava lemuri

I vittoriani e gli animali esotici sono un binomio incredibilmente frequente. Scopriamo come e perché in epoca vittoriana si amava così tanto importare animali strani.

Ascolta l’articolo in podcast!

Gli animali da compagnia in epoca vittoriana

Gli inglesi amano gli animali, si sa: soprattutto cani e cavalli.

Ma fin dai secoli passati, anche altri pets si sono affacciati dalle finestre delle case british, in numero e varietà sorprendente.

Dopo i cani, che accompagnavano signori e dame da tempo immemorabile, anche il gatto ha cominciato a passare dal servizio in cucina come scaccia-topi a compagno sui cuscini del salotto.… Continua...

nellie bly

Nellie Bly – 10 giorni in manicomio – il reportage dall’inferno

Nelly Bly – 10 giorni in manicomio – storia di un reportage dall’inferno

Nellie Bly è stata una delle più coraggiose e intraprendenti reporter di tutti i tempi. Nel 1887 accettò un incarico sotto copertura, affidatole dal suo capo redattore, e trascorse dieci giorni nel manicomio di New York. Ne uscì un reportage che sconvolse un’intera generazione.

Nellie Bly – 10 giorni in manicomio

10 giorni in manocomio è il libro che Nellie Bly scrisse in seguito alla sua esperienza presso Blackwell’s Islad Asylum, il manocomio newyorkese che sorgeva sull’omonima isola.… Continua...

isteria e le donne nel 1800

L’isteria e le donne nel 1800. Quando essere donna diventa un problema

L’isteria e le donne nel 1800. Quando essere donna diventa un problema

L’isteria e le donne nel 1800 sono strettamente legate, anzi, incatenate. Scopriamo che cos’è questa “malattia e perché ne soffrivano così tante donne in passato.

L’isteria e le donne nel 1800 – che cos’è l’isteria?

Quante volte una donna si sente dire nella sua vita che si sta comportando da isterica? Quante volte siamo state vicine ad “avere una crisi isterica”? Ebbene, forse qualcuno si stupirà nello scoprire che l’isteria non esiste, non è una malattia, è una supposizione, un’ipotesi che nei secoli passati è servita per giustificare comportamenti e “cure”, di cui in realtà non c’era alcun bisogno.… Continua...

Matrimonio e dolcetti – curiosità sui dolci e le nozze nell’800

Matrimonio e dolcetti – curiosità sui dolci e le nozze nell’800

Le nozze nell’800 erano occasione di gustare dolci in compagnia. Come tutti gli eventi, infatti, erano accompagnati da tradizioni culinarie più o meno antiche e da alimenti collegati a gesti beneaugurali. Scopriamo oggi alcune curiosità sul tema!

La torta della sposa – la torta di nozze.

Quella che oggi chiamiamo “wedding cake” originariamente era la “Bride cake”, la torta della sposa: indicava e sottolineava che la vera protagonista della festa era la sposa, che entrava nel “matrimonio”, ossia nel sacramento/patto nato per tutelare la maternità e la famiglia.… Continua...

L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento è una tradizione antichissima, per una volta non inventata in epoca vittoriana.

Si può risalire alla tradizione di donare un anello alla futura moglie con sicurezza già dall’epoca romana, ma è probabile che si usasse anche prima.

Alle fidanzate romane si regalavano addirittura due anelli, uno d’oro, per uscire, e uno in ferro da portare durante le attività quotidiane.

L’anello di fidanzamento in epoche successive ebbe alterne vicende, ma non sembra fosse utilizzato da tutti, indistintamente: nel 1477, l’arciduca Massimiliano d’Austria commissionò il primissimo anello di fidanzamento con diamante mai registrato per la sua promessa sposa, Maria di Borgogna.… Continua...

La stampa nell’800 inglese – tipografi e tecniche di stampa

La stampa nell’800 inglese – tipografi e tecniche di stampa

La stampa nell’800 subisce gli effetti della rivoluzione industriale e sociale. Da elitaria diviene popolare: scopriamo il percorso dei libri nella Storia ottocentesca.

La stampa nell’800 inglese – piccola premessa.

Tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo, la lettura era un’abilità privilegiata a disposizione dell’élite della classe superiore.

La capacità di leggere era maggiormente diffusa rispetto alla scrittura, anche se questo dato potrebbe essere falsato dal fatto che scrivere era comunque più costoso e non sempre necessario per le persone comuni.… Continua...

caudle

Il caudle – o caudel – un corroborante alimento Regency & Victorian

Il caudle – o caudel – un corroborante alimento Regency & Victorian

Il caudle o caudel è una bevanda molto nutriente, una via di mezzo fra bevanda e crema, dall’origine antica, tanto che il suo nome deriva da “calidus”, caldo in latino, passando attraverso il francese antico nordico caudel, forma ancora in uso.

Un po’ come Mr. Woodehouse riteneva il porridge adatto a tutti gli stomaci e a guarir tutti i mali, il caudle era utilizzato come cibo ricostituente e somministrato a persone debilitate, in particolare fino all’età vittoriana alle partorienti e alle puerpere.… Continua...