Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Henry Meynell Rheam – la pittura dei sogni

Un pittore poco noto, dal cuore preraffaellita e dal tocco realista.

Henry Meynell Rheam fu un pittore e illustratore che dipinse fra l’epoca vittoriana ed edoardiana, le cui ispirazioni furono molto vicine al secondo movimento preraffaellita, che si dedicò alle fiabe e alla fairy painting.

Henry Meynell Rheam nacque a Birkenhead, nel Merseyside, il 13 gennaio 1859.

Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Rheam manifestò una notevole propensione per l’arte e fu mandato a studiare dapprima in  Germania, in seguito tornò in patria per proseguire gli studi a Londra presso Heatherly, una scuola d’arte fondata nel 1845 che annoverava fra i suoi studenti nomi come Burne-Jones, Rossetti, Millais, Lord Leighton, Kate Greenaway, Flint, Michael Ayrton, Franz Kline, Laura Herford, Evelyn Waugh, Lady Butler, EH Shepard ed Emily Mary Osborn: un luogo dalla mentalità molto aperta per l’epoca (fu la prima accademia d’arte ad aprire alle donne) e di crescente prestigio.… Continua...

A volte le fiabe ci raccontano storie vere, anzi fatti di cronaca del passato rimasti scolpiti nell'immaginario collettivo. Scopriamo insieme alcune di queste vicende, spesso macabre quanto le fiabe che ce le hanno tramandate.

Fiabe che raccontano storie vere: quando le fiabe incontrano la Storia

Fiabe che raccontano storie vere: quando le fiabe incontrano la Storia

Le fiabe e la realtà: ci hanno insegnato fin da bambini che non c’è nulla di più distante. Ma non è proprio così. A volte le fiabe ci raccontano storie vere, anzi fatti di cronaca del passato rimasti scolpiti nell’immaginario collettivo. Scopriamo insieme alcune di queste vicende, spesso macabre quanto le fiabe che ce le hanno tramandate.

Perché le fiabe raccontano storie vere.

Della fiaba e del suo sviluppo abbiamo parlato in questo articolo e delle fiabe nell’800 in questo.… Continua...

Fiabe & Horror – la narrazione fiabesca in età vittoriana

Fiabe & Horror – la narrazione fiabesca in età vittoriana

Qual è il confine fra fiaba e racconto horror? Per chi conosce le fiabe classiche nelle versioni originali non è affatto scontata la risposta. La narrazione fiabesca recuperata in età vittoriana è infatti un patrimonio immenso formato da storie tramandate oralmente, talvolta con radici nella Storia, talvolta nel mito e nella leggenda, ma spesso accomunato da un forte elemento a tinte rosse, fra il grottesco e il terrificante.

Leggi l’articolo sulla fiaba in epoca vittoriana 

L’origine della narrazione fiabesca in età vittoriana

Come abbiamo visto, l’età vittoriana è l’epoca del recupero del substrato culturale popolare nazionale, allo scopo di ritrovare le radici nazionalistiche e poter creare nuove basi alla nascita di un’identità nazionale.… Continua...

GustaveDore She was astonished to see how her grandmother looked

Le illustrazioni vittoriane: quando la parola diventa immagine

Le illustrazioni vittoriane: quando la parola diventa immagine

Le illustrazioni vittoriane: gli artisti, le opere, le tecniche dell’illustrazione in epoca vittoriana.

Breve premessa

La storia dei libri illustrati è molto lunga: le illustrazioni, infatti, accompagnano i testi dalla nascita della scrittura.

Oggi siamo abituati ad abbinare i disegni solo a determinati prodotti editoriali, quali la letteratura per l’infanzia e i testi scolastici, ma fin dai primi libri l’illustrazione è stata usata per accompagnare opere di vario genere, sia come elemento decorativo sia per rendere gli scritti di più facile interpretazione.… Continua...

john bauer sweden

Le fiabe popolari nell’Ottocento – non solo Grimm

Le fiabe popolari nell’Ottocento – non solo Grimm

Delle fiabe nell’Ottocento abbiamo già parlato in altre occasioni, sia cercando di analizzarne brevemente il percorso storico sia conoscendo alcuni fra gli illustratori che regalarono ai libri del periodo immagine meravigliose.

Oggi, pensando alle fiabe, non possiamo fare a meno di associarle al nome dei Grimm, gli scrittori e studiosi che raccolsero in importantissimi volumi il patrimonio delle fiabe popolari tedesche tramandate fino a quel momento oralmente.

Il loro lavoro, come abbiamo visto, non era pensato per ottenere una raccolta di storie per bambini, al contrario, secondo le loro intenzioni, il recupero del patrimonio di narrativa orale popolare doveva servire alla Germania, divisa al suo interno e priva di una vera unità nazionale.… Continua...

arthurrackham grimm00

Arthur Rackham Mago dell’Immagine

Arthur Rackham Mago dell’Immagine

Fra gli illustratori vittoriani più importanti, il primo nome che viene spontaneo citare è Arthur Rackham, artista versatile, dal tocco inconfondibile e dalla capacità di trasmettere intense emozioni grazie alle sue tavole.

Arthur Rackham

Arthur Rackham nacque a Londra il 19 settembre 1867, nel quartiere di Lambeth. Appartenenva a una famiglia piuttosto numerosa: egli era infatti il quarto dei dodici figli di Alfred Thomas Rackham (1829-1912) e di Anne Stevenson (1833-1920).

Arthur crebbe in una zona molto viva della parte meridionale del centro di Londra, in una casa affacciata sui resti del giardino botanico allestito nel XVII secolo dai due botanici John Tradescant il vecchio e John Tradescant il giovane: un panorama affascinante, certo favorevole a sviluppare la fantasia di un bambino.… Continua...

Pied piper

Che belle le fiabe! E se fosse tutto vero?

Che belle le fiabe! E se fosse tutto vero?

Seconda tappa nel mondo delle fiabe, per portarvi a scoprire alcuni dei segreti nascosti dietro le fiabe più famose.

La genesi delle fiabe, si sa, è molto antica: in esse si trovano mescolanze di leggende, miti, narrazioni didascaliche e persino fatti di cronaca.

La fiaba popolare andava di bocca in bocca, di villaggio in villaggio, di generazione in generazione, crescendo, perdendo elementi ma soprattutto adattandosi al pubblico e al tempo.

Così, per esempio, una Cappuccetto Rosso serviva a spiegare ai bambini il pericolo dei boschi, una Cenerentola a trasmettere il valore della bontà e la sicurezza della punizione per la cattiveria… alcune storie volevano creare terrore, magari per tenere buoni i piccoli, altre trasmettere alle ragazze il messaggio di quanto fosse importante un buon matrimonio.… Continua...

fairy tales of the brothers grimm c2a9 arthur rackham

Le fiabe nell’Ottocento – Parte prima

Le fiabe nell’Ottocento – Parte Prima

Il recupero delle fiabe nell’Ottocento. La riscoperta della fiaba popolare in epoca romantica e la nascita della cultura fiabesca europea.

le fiabe nell'Ottocento

Parlare di fiabe in una manciata di articoli per il web significa sapere che l’argomento sarà solo accennato. In questo spazio perciò non troverete un trattato, un saggio o un testo dotto che spieghi come sono nate e come si sono sviluppate le fiabe nella tradizione europea: lascio volentieri ai più esperti queste dissertazioni.

Come sempre, da semplice amante e lettrice, uso le pagine del mio blog per condividere con voi lettori le mie piccole, e per me preziose, scoperte personali, le mie considerazioni.… Continua...

Beatrix Potter Large

Buon compleanno, Beatrix Potter!

Vi racconto Beatrix Potter, a 150 anni dalla sua nascita.

Beatrix Potter – la natura diventa magia.

Helen Beatrix Potter nasce a Londra nel quartiere di South Kensington, il 28 luglio 1866 da Rupert William Potter, avvocato, ed Helen Leech.

Essendo una famiglia benestante, Beatrix Potter riceve un’educazione esclusiva e privata, con numerose istitutrici, insieme al fratello Bertam.

Quando il fratello Bertram viene però mandato a scuola, a far compagnia alla bambina rimangono solo i loro numerosi animali domestici: rane, salamandre, furetti  persino un pipistrello.… Continua...

le fate di cottingley

Le Fate di Cottingley

Le Fate di Cottingley

Le Fate di Cottingley

Esistono le fate?
Che aspetto avranno?
E in quali luoghi si manifestano?

L’episodio delle Fate di Cottingley è in parte simile a una fiaba, in parte a un romanzo giallo.

Non a caso, ebbe fra i protagonisti un personaggio illustre come sir Arthur Conan Doyle.

Certamente, all’epoca fu un caso mediatico di grandi dimensioni. E oggi possiamo conoscere la storia addirittura attraverso due film (Favole, 1997, con Peter O’Toole, e Photographing Fairies con Ben Kingsley).

Nel 1920, due bimbe inglesi fotografarono le fate.… Continua...