gli irregolari di baker street

Gli irregolari di Baker Street: politically correct o historically correct?

Gli irregolari di Baker Street: politically correct o historically correct?

Da Bridgerton a Gli Irregolari di Baker Street il period drama sempre meno storicamente corretto: meglio politically correct o historically correct?

Non storico ma storico.

Tutto comincia con Marie Antoinette di  Sofia Coppola. Forse comincia prima, tanto tanto tempo fa, quando Lawrence Olivier recitava nei “panni” di Mr. Darcy ma non del tutto, perché tutto l’insieme dei costumi è del tutto fuori periodo storico.

Se  scrivere storico è difficile, portarlo  sullo schermo è ancora più difficile, perché rispettare ambientazioni, costumi, acconciature è complesso.… Continua...

William Perkin e il color malva: la prima tinta sintetica

William Perkin e il color malva: la prima tinta sintetica

William Perkin e il color malva, la prima tinta sintetica sono i protagonisti di una storia tutta vittoriana di scoperte e di casi, di scienza e di sperimentazione.

In passato abbiamo parlato delle tinte che andavano di moda in epoca Regency

I colori di moda in epoca Regency

e abbiamo visto che, sebbene prevalessero i colori più chiari, pastello, venivano apprezzati anche quelli più vivaci, come il rosso pulce e il giallo zafferano.… Continua...

Modiste in epoca Regency e Vittoriana – dove comprare un cappello

Modiste in epoca Regency – dove comprare un cappello

Le modiste in epoca Regency e vittoriana erano figure molto importanti nella moda femminile, in quanto cuffie e cappelli erano un accessorio fondamentale delle donne.

I cappelli erano estremamente importanti durante l’era della Reggenza e nessuna donna, ricca o povera, usciva mai di casa senza il capo coperto. Si trattava di un segno di modestia, di ubbidienza al galateo, ma non solo: data la difficoltà nel lavaggio dei capelli e a causa delle chiome spesso lunghe (anche se in epoca Regency troviamo anche capelli corti), tenere la testa coperta aiuta a mantenere puliti le chiome, a proteggerle da polvere e vento, sia che si tratti di una passeggiata in città sia che sia necessario andare in un campo a lavorare.… Continua...

L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento è una tradizione antichissima, per una volta non inventata in epoca vittoriana.

Si può risalire alla tradizione di donare un anello alla futura moglie con sicurezza già dall’epoca romana, ma è probabile che si usasse anche prima.

Alle fidanzate romane si regalavano addirittura due anelli, uno d’oro, per uscire, e uno in ferro da portare durante le attività quotidiane.

L’anello di fidanzamento in epoche successive ebbe alterne vicende, ma non sembra fosse utilizzato da tutti, indistintamente: nel 1477, l’arciduca Massimiliano d’Austria commissionò il primissimo anello di fidanzamento con diamante mai registrato per la sua promessa sposa, Maria di Borgogna.… Continua...

I bambini e la morte in epoca vittoriana

I bambini e la morte in epoca vittoriana

I bambini e la morte in epoca vittoriana sono, purtroppo, un binomio fin troppo frequente. Per questo, secondo alcuni articoli trovati on line, alcuni giochi che facevano erano modi per “prepararsi… alla morte”.

Senza arrivare a questa conclusione, possiamo davvero notare come questo aspetto della vita entrasse nel quotidiano anche dei più piccoli, in molti modi diversi, ed è certo che anche il gioco riflettesse tale abitudine.

i bambinine la morte in epoca vittoriana

La mortalità infantile in epoca vittoriana

La mortalità infantile in epoca vittoriana era altissima, le cause molto varie.… Continua...

Bridgerton

I balli regency in 10 curiosità che non ti aspetti!

Balli regency in 10 curiosità

I balli regency, nella nostra fantasia, evocano immagini di bellezza, grazia, perfezione. Oggi ve li racconto in 10 curiosità.

1 – i balli Regency erano eventi per tutti

Non solo nobili dame, e non solo immensi manieri: i balli in epoca regency venivano dati per tutti, ogni occasione era buona. I balli privati accoglievano numeri limitati di invitati, tenendo conto che per danzare occorreva alle coppie uno spazio minimo per muoversi, ma i balli pubblici erano aperti a chi si poteva permettere il biglietto per entrare.… Continua...

La riforma dell’abbigliamento vittoriana

La riforma dell’abbigliamento vittoriana

La riforma dell’abbigliamento vittoriana è un momento importante della storia delle donne. Vediamo dove e quando nasce.

L’abbigliamento femminile nel corso del secolo Diciannovesimo si è evoluto in modo molto evidente. Dai lievi e impalpabili abiti stile impero che hanno caratterizzato l’inizio dell’800 si arriva all’apoteosi dei volumi della metà del secolo, fino ad arrivare a spostare l’evidenza sull’imponente retro degli abiti di tarda epoca vittoriana.

Parlando di evoluzione della moda, in realtà, si parla di una serie di cambiamenti che avvengono in contemporanea, quello della biancheria, quello dei vestiti e quello della visione complessiva del mondo femminile.… Continua...

I cani nella vita e nell’arte vittoriana

I cani nell’arte vittoriana

I cani nella vita e nell’arte vittoriana: oer una signora alla moda nell’Inghilterra vittoriana un cane di taglia piccola (oggi “cane da borsetta”) era indispensabile come un palco dell’opera o una presentazione a corte. 

Tutte le signore non solo possedevano, ma portavano ovunque con sé il loro beniamino a quattro zampe, che veniva trattato con ogni riguardo, meglio dei suoi stessi figli.

Ne troviamo già sentore il epoca Regency, nel mitico Pugsy di Lady Bertam: quando Arriva a Fanny una proposta di matrimonio importante, la zia fa per lei una cosa che nemmeno per sua figlia ha pensato di fare… regalarle un cucciolo della prossima cucciolata!… Continua...

Donne a righe nella moda vittoriana – Victorian stripes fashion

Donne a righe nella moda vittoriana – Victorian stripes fashion

Donne a righe nella moda vittoriana: una delle fantasie più diffuse nella moda vittoriana è certamente la riga, declinata in varie versioni e colori.

Quali possono essere stati i motivi che hanno reso gli abiti a righe così popolari in età vittoriana?

Uno potrebbe essere legato al fatto che le righe, al contrario delle stampe a fiori, potevano essere tinte  in filo, ossia la tintura viene fatta sui fili prima della tessitura.… Continua...

Il dandy – icona e maledizione di uno stile che ha attraversato la Storia

Il dandy – icona e maledizione di uno stile che ha attraversato la Storia

Il dandy è nato in epoca Regency, e dall’inizio del 1800 a oggi non è affatto cambiato nella sostanza, ma solo nella forma, adeguandosi alle mode, anzi creandole, plasmandole su di sé come una mano rende vivo un guanto.

Ma chi, o cosa è un dandy?

Il dandismo è un fenomeno culturale che, appunto, prende origine in epoca regency, grazie a una figura di spicco dell’alta società inglese: Lord Brummell, che proprio grazie al suo maniacale interesse per abbigliamento, accessori, stile e per la personalizzazione ossessiva degli stessi ottenne l’appellativo di Beau, che in francese significa “bello”.… Continua...