timeline7

L’evoluzione della moda nel 1800 (1800-1840)

L’evoluzione della moda nel 1800: dai primi dell’Ottocento all’epoca vittoriana 

L’evoluzione della moda nel 1800 è un fenomeno molto interessante.

Certo non esauribile nei particolari in un breve articolo per il web, il percorso dell’abbigliamento femminile è, in questo secolo, particolarmente vivace, passando attraverso varie fasi che modificano in modo sostanziale i gusti e la visione della femminilità.

Il nostro viaggio ci porterà, decennio per decennio, a identificare le linee principali del vestiario femminile.

1806 morning dress

L’evoluzione della moda nel 1800 – un abito per ogni occasione.

Continua...
1824 smoking Heath caricature

L’abbigliamento maschile in epoca Vittoriana

L’abbigliamento maschile in epoca Vittoriana: la classe non è acqua!

L’abbigliamento maschile in epoca Vittoriana cambia le linee rispetto a quello dell’epoca Regency, di cui abbiamo parlato in questi due articoli: L’abbigliamento  maschile; Gli accessori.

abbigliamento vittoriano L’abbigliamento maschile in epoca Vittoriana

Passata l’influenza di Lord Brummell, il dandismo non tramonta del tutto, ma cambia stili e modelli.

A partire dagli anni 40 del 1800, gli uomini indossano lunghi cappotti aderenti, oppure gilet e giacche.

Le giacche sono a singolo o a doppio petto, si portano con il fazzoletto (cravatta) o con il collo rivoltato.… Continua...

abito da sposa 1800

L’abito da sposa nell’Ottocento

L’abito da sposa nell’Ottocento

L’abito da sposa, in qualunque epoca, è il capo più importante nella vita di una donna.

L’ottocento è tuttavia il secolo chiave per questo capo d’abbigliamento, così come per tante tradizioni legate al giorno delle nozze.

Fino al matrimonio della regina Vittoria, nel 1840, la scelta dell’abito era piuttosto semplice: si usava l’abito migliore del proprio guardaroba se non ci si poteva permettere un abito nuovo.

In verità, per le donne meno abbienti, la scelta restava obbligata: si indossava il proprio abito più bello e, se si poteva permetterselo, si aggiungevano pizzi e nastri.… Continua...

sense and sensibility 162039l

L’abbigliamento maschile Regency

L’abbigliamento maschile in epoca Regency

Seconda parte

L’abbigliamento maschile in epoca Regency

Continuiamo il nostro viaggio nel tempo per vedere nei particolari l’abbigliamento maschile in epoca Regency.

Quali sono gli accessori che un gentiluomo non può non avere nel guardaroba? Come si prepara per uscire e per apparire in società?

Qui la prima parte dell’articolo.

L’abbigliamento maschile Regency: Il cappello

A differenza del mondo femminile, nel quale i cappelli si moltiplicano per stile, foggia, materiali e utilizzi, il mondo maschile probabilmente si ritenne in epoca Regency più che soddisfatto dai diversi nodi delle cravatte.… Continua...

Winterhalter Elisabeth

C. F.Worth, il sarto dei sogni

Worth, la nascita della haute couture

Charles Frederick Worth è considerato il primo stilista della storia, intesa come haute couture, ed è il primo couturier, figura professionale che nel ventesimo secolo diventerà sempre più importante.

Nato nel 1825 a Bourne, una piccola cittadina inglese del Linconshire, da una famiglia della media borghesia, Worth iniziò fin da giovanissimo, nel 1838, la sua carriera, lavorando come commesso in due grandi negozi di tessuti e guarnizioni in Regent Street a Londra: qui, oltre ad acquisire una conoscenza approfondita dei tessuti e business della fornitura alle sarte ebbe il suo tirocinio con la difficile ed esigente clientela, le signore del ton, con cui lavorò a stretto contatto.… Continua...

795cc6dc90908e33c7a4c49fbe2d0dbf

La biancheria in epoca vittoriana

La biancheria in epoca vittoriana: come denudare un’eroina di un romanzo rosa senza incappare in errori storici.

In epoca vittoriana le cose, per quanto riguarda la biancheria, si complicano parecchio.

Care autrici, mettetevi il cuore in pace: la scena romantica di lui che con due dita tira un nastrino, molla il corsetto e trova una venere è del tutto fuori dalla realtà storica: fra camiciole, corsetto, bolerino, sottogonne, gabbia, cuscini e altre diavolerie la donna era come il seme della matrioska.… Continua...

Regency underclothes detail

Biancheria Regency: la signora non porta le mutande!

La biancheria Regency: la signora non porta le mutande!

Romanzi ambientati nell’Ottocento: mutanda sì o mutanda no?

 

 

Questo è uno dei problemi che si incontrano scrivendo romanzi rosa ad ambientazione storica.

Pigliamo per esempio una rovente scena d’amore, in cui lui impaziente cerca di arrivare, con un buon ritmo narrativo, a tastare le rotondità del corpo di lei.

Prendiamo pure un bel film storico, con una seducente dama che sta per concedersi al baldanzoso cavaliere e, fra violini e candele, i due si abbracciano impazienti.… Continua...

Corset de sport de A Claverie

Breve storia del corsetto

Breve storia del corsetto

Il corsetto è stato per le donne un importante articolo di abbigliamento, per molti secoli. Le sue forme sono state in continua evoluzione, al passo con le tendenze della moda.

Perché il corsetto?

L’obiettivo del bustino era modellare le forme, sostenendo o schiacciando il seno, stringendo la vita, esaltando i fianchi o dare la giusta postura. Talvolta… anche agli uomini!

Anche se il corsetto è più considerato un capo femminile, infatti, anche gli uomini possono indossarli per vari motivi.… Continua...

5740813507 1265b1a515 b

Breve storia del cappello da signora

Breve storia del cappello da signora

Il cappello da signora, un capo d’abbigliamento oggi poco diffuso, è stato nei secoli passati un elemento indispensabile del guardaroba femminile, insieme alla cuffia. Abbiamo parlato della cuffia (bonnet) in questo articolo: oggi vedremo brevemente la storia del cappello, che nell’Ottocento inglese vede uno dei momenti di massima diffusione: dopo un calo di popolarità a fine Settecento, a causa della Rivoluzione Francese che ha portato ad associare il cappello alle classi nobiliari, odiate (e si sa che la Francia fa tendenza), l’Ottocento riporta in auge il cappellino e ne fa… un cavallo di battaglia del guardaroba femminile.… Continua...

Ragione e sentimento

La cuffia in epoca regency

La cuffia in epoca regency

La cuffia nell’epoca Regency è certo un elemento indispensabile nel guardaroba delle donne, ce lo hanno insegnato film e period drama, mettendoci un po’ di curiosità per questo elemento che oggi ci pare così superato e lontano dal nostro modo di pensare. Cuffie e cappelli sono, in effetti, un elemento costante nei film in costume, in particolare di quelli ambientati in epoca Regency e vittoriana.

Ma perché si portavano? In quali occasioni?

Oggi seguiremo la storia delle cuffie (bonnet) fino a giungere alla fine dell’Ottocento: un prossimo viaggio, invece, ci porterà nel mondo parallelo ma non lontano dei cappellini, per scoprirne la magia.… Continua...