L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento in epoca vittoriana

L’anello di fidanzamento è una tradizione antichissima, per una volta non inventata in epoca vittoriana.

Si può risalire alla tradizione di donare un anello alla futura moglie con sicurezza già dall’epoca romana, ma è probabile che si usasse anche prima.

Alle fidanzate romane si regalavano addirittura due anelli, uno d’oro, per uscire, e uno in ferro da portare durante le attività quotidiane.

L’anello di fidanzamento in epoche successive ebbe alterne vicende, ma non sembra fosse utilizzato da tutti, indistintamente: nel 1477, l’arciduca Massimiliano d’Austria commissionò il primissimo anello di fidanzamento con diamante mai registrato per la sua promessa sposa, Maria di Borgogna.… Continua...

L’arte russa nel 1800 – breve storia della pittura russa ottocentesca

L’arte russa nel 1800 – breve storia della pittura russa ottocentesca

L’arte russa nel 1800 fiorisce e regala alle generazioni successive grandissimi capolavori. Ecco un breve percorso della storia della pittura russa ottocentesca.

Alcune precisazioni

Raccontare L’arte russa nel 1800 in un articolo sarebbe impossibile: questo è solo un rapido percorso, a “pennellate” per comprendere meglio e per dare spunti per ulteriori approfondimenti.

Ai nostri occhi moderni la pittura russa ottocentesca, in particolare della seconda metà dell’800 appare a dir poco strabiliante. … Continua...

La neve nell’arte del 1800

La neve nell’arte del 1800

La neve è un elemento comune in molti dipinti del 1800. Abbiamo già visto insieme l’inverno nella poesia e nell’arte vittoriana, ma oggi vedremo nello specifico l’uso della neve nei dipinti e il suo significato. Ecco il nostro viaggio sulla neve nell’arte del 1800.

Nell’arte, la neve, il freddo, gli alberi spogli, le luci e le ombre invernali vengono ricreati nelle tele con sempre rinnovato interesse.

I pittori della neve non sono solo inglesi: grandi artisti trasformano campi innevati in pura poesia in tutta Europa.… Continua...

inglesi in Italia - anglobeceri

Gli Inglesi e l’Italia – gli anglobeceri e il viaggio nell’800

Gli Inglesi e l’Italia – gli anglobeceri e il viaggio nell’800

Gli inglesi e l’Italia sono un binomio dai risvolti assai curiosi. Si può dire che dal Settecento in poi, l’amore non sia mai andato diminuendo. Fino a generare una parola strana e suggestiva: anglobeceri.

Sembra che il primo a giurare fedeltà al nostro Paese sia stato Sir Horace Mann, un diplomatico inglese, che, dopo varie peregrinazioni per motivi di salute in giro per l’Europa, si stabilì a Firenze, dove trascorse la vita al servizio del Gran Ducato.… Continua...

Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Henry Meynell Rheam – la pittura dei sogni

Un pittore poco noto, dal cuore preraffaellita e dal tocco realista.

Henry Meynell Rheam fu un pittore e illustratore che dipinse fra l’epoca vittoriana ed edoardiana, le cui ispirazioni furono molto vicine al secondo movimento preraffaellita, che si dedicò alle fiabe e alla fairy painting.

Henry Meynell Rheam nacque a Birkenhead, nel Merseyside, il 13 gennaio 1859.

Henry Meynell Rheam e la fairy painting di fine secolo

Rheam manifestò una notevole propensione per l’arte e fu mandato a studiare dapprima in  Germania, in seguito tornò in patria per proseguire gli studi a Londra presso Heatherly, una scuola d’arte fondata nel 1845 che annoverava fra i suoi studenti nomi come Burne-Jones, Rossetti, Millais, Lord Leighton, Kate Greenaway, Flint, Michael Ayrton, Franz Kline, Laura Herford, Evelyn Waugh, Lady Butler, EH Shepard ed Emily Mary Osborn: un luogo dalla mentalità molto aperta per l’epoca (fu la prima accademia d’arte ad aprire alle donne) e di crescente prestigio.… Continua...

revival celtico

Celtic revival – il ritorno dei celti in età vittoriana

Celtic revival – il ritorno dei celti in età vittoriana

Il revival celtico, più noto come celtic revival, è un movimento letterario e artistico che si sviluppa in tarda età vittoriana e che porterà un ritorno di interesse verso la civiltà e la cultura celtica.

I celti nella storia

I Celti in realtà non si possono considerare un’unica popolazione dal punto di vista politico: erano un insieme di popoli indoeuropei che, nel periodo di massimo splendore (IV-III secolo a.C.), si stanziarono in un’ampia area dell’Europa, dalle Isole britanniche fino al bacino del Danubio, oltre ad alcuni insediamenti isolati più a sud, frutto dell’espansione verso le penisole iberica, italica e anatolica.… Continua...

Biedermeier – quando il Regency incontra il rigore tedesco

Biedermeier – quando il Regency incontra il rigore tedesco

Biedermeier: movimento artistico, culturale, uno stile d’arrendamento e di vita. Derivato dallo stile Impero, è molto più semplice ed economico; caratterizzato da mobili comodi, con elementi decorativi essenziali, l’arredamento Biedermeier è realizzato con legni chiari, lisci, lucidati, la cui linearità ebbe successo oltre l’epoca in cui lo stile impero e Regency predominarono, ma per tutto il secolo, conquistando la borghesia tedesca.

Biedermeier – arredamento e cultura

Il Biedermeier è stato prima di tutto un movimento artistico che sin è sviluppato nel periodo storico tra il 1815 ed il 1848, che corrisponde alla fine dell’epoca Georgiana inglese e a parte di quella vittoriana, dal Congresso di Vienna al cosiddetto Vormärz.… Continua...

Alexander Nasmyt

Alexander Nasmyth – una famiglia, l’arte e la Scozia

Alexander Nasmyth – una famiglia, l’arte e la Scozia

Alexander Nasmyth è un pittore paesaggista scozzese. La particolarità è che la sua numerosa famiglia, sei figlie e due figli, si distinse nell’arte e nella tecnica.

L’arte scozzese è meno nota di quella inglese, dominata nell’800 dalla Royal Accademy, dai movimenti del realismo, del preraffaellismo, da una vivace comunità culturale.

La Scozia, coi suoi panorami romantici, resta un poco in ombra, ma certo non inattiva.

È forse il panorama, unito alla ritrattistica, a dominare la pittura scozzese fra 1700 e 1800: i grandi esponenti dell’arte si dedicano principalmente a queste due tematiche, la prima per amore e la seconda… per denaro.… Continua...

Splendori dimenticati. Le terme di Buxton

Splendori dimenticati. Le terme di Buxton

In epoca georgiana non solo Bath divenne una località rinomata per le acque termali, ma fu la sola a sopravvivere e a mantenere alto il turismo. Scopriamo oggi le terme di Buxton e i loro passati splendori.

buxton regency era spa victorian spa

Le Terme di Buxton – localizziamole.

Nel Derbyshire, famoso per il suo importante proprietario terriero austeniano, Mr. Darcy, e per la splendida dimora di Pemberley di cui la protagonista di Orgoglio e Pregiudizio diverrà padrona dopo le nozze, esiste una cittadina, di poco più di venticinquemila abitanti, una delle tante sparse nelle campagne inglesi, di nome Buxton.… Continua...

preraffaelliti millais

Preraffaelliti – la cronologia e la storia

Preraffaelliti – la cronologia e la storia

Preraffaelliti è un termine che un gruppo di giovani pittori, nel 1848, coniò per identificare i propri obiettivi nella pittura.

Il talentuoso Millais, il carismatico Rossetti,  il determinato Hunt: tre artisti che si sentono stretti nei canoni dell’accademismo e che decidono di andare oltre alle convenzioni, oltre al linguaggio pittorico tradizionale e di creare qualcosa di nuovo e di innovativo. QUello che nasce dal sodalizio dei tre pittori è qualcosa destinato a cambiare davvero la visione dell’arte, ma soprattutto a regalare alla Storia alcuni dei più stupefacenti dipinti di tutti i tempi.… Continua...