Bridgerton

I Bridgerton da Julia Quinn a Netflix – l’anacronismo vince e convince

I Bridgerton da Julia Quinn a Netflix – l’anacronismo vince e convince

“I Bridgerton” è una saga letteraria della bravissima Julia Quinn “regina” del romance storico. Oggi trasposta in serial e proposta da Netflix, sta attirando grande attenzione, elogi e critiche. Che ne pensa Miss Darcy?

Miei cari Amici e Ospiti del mio Salotto,

innanzitutto a voi il mio benvenuto. Fra poco sarà servito il tè, ma rispondo alla vostra domanda molto volentieri e senza indugi, nonostante sia difficoltoso, per me, farlo senza arrossire.… Continua...

5 libri vittoriani da rileggere a Natale

5 libri vittoriani da rileggere a Natale

Storie di Natale classiche – i 5 libri vittoriani da rileggere per natale

5 libri vittoriani da rileggere a Natale – Le storie di Natale classiche le conosciamo un po’ tutti: se non le abbiamo lette, ne abbiamo vista almeno una versione per la televisione o al cinema. I libri che il nostro immaginario collega subito al Natale sono stati scritti tutti in epoca viittoriana. Lo sappiamo, dalla metà alla fine dell’800 il Natale era un evento importantissimo, per ricchi e poveri, grandi e bambini.… Continua...

santa lucia saint lucy sweden

Santa Lucia – una santa fra storia, leggende e tradizioni

Santa Lucia – una santa fra storia, leggende e tradizioni.

Santa Lucia è una delle sante più amate in Europa. Vissuta a Siracusa, dove è venerata con grande affetto, è protagonista dimolte leggende e tradizioni che attraversano l’Itala e l’Europa. Scopriamo la sua storia e i motivi per cui è così amata.

La storia vera di Santa Lucia.

Santa Lucia visse a Siracusa nel 283. Le notizie sulla sua vita e sul suo martirio ci giungono da due diverse fonti, una Passio del codice greco Papadoupolos e dagli Atti dei Martiri, entrambi risalenti alla fine del V secolo, ma ancora precedenti sono testimonianze della venerazione della Santa in città.… Continua...

Il pettirosso nella tradizione – storia e leggende sul piccolo cock robin

Il pettirosso nella tradizione – storia e leggende sul piccolo cock robin

Il pettirosso – che ufficialmente si chiama Erithacus rubecula, è un piccolo passeriforme della famiglia dei Muscicapidae. La sua particolarità sta nel piumaggio del petto, d’un acceso arancione, che lo rende unico e molto riconoscibile. Il pettirosso nella tradizione: storia e leggende.

Non solo per questo il piccolo pettirosso è un animaletto intorno a cui ruotano moltissime leggende, storie antiche e che da sempre è amatissimo dal popolo inglese, tanto che nel 2015 con regolare referendum è stato eletto “National bird”.… Continua...

La neve nell’arte del 1800

La neve nell’arte del 1800

La neve è un elemento comune in molti dipinti del 1800. Abbiamo già visto insieme l’inverno nella poesia e nell’arte vittoriana, ma oggi vedremo nello specifico l’uso della neve nei dipinti e il suo significato. Ecco il nostro viaggio sulla neve nell’arte del 1800.

Nell’arte, la neve, il freddo, gli alberi spogli, le luci e le ombre invernali vengono ricreati nelle tele con sempre rinnovato interesse.

I pittori della neve non sono solo inglesi: grandi artisti trasformano campi innevati in pura poesia in tutta Europa.… Continua...

donne e sale da tè in epoca vittoriana

La ristorazione nel 1800 –  donne e sale da tè in epoca vittoriana

La ristorazione nel 1800 –  donne e sale da tè in epoca vittoriana

Come funzionava la ristorazione nel 1800? Oggi scopriamo il rapporto fra le donne e le sale da tè in epoca vittoriana. I ristoranti in epoca vittoriana erano luoghi molto frequentati e amati da tutte le classi sociali, ma le donne potevano andarci? Le donne e i ristoranti nell’800.

Ricchi e poveri non frequentavano gli stesso locali, c’erano però ristoranti per tutte le tasche e per tutti i gusti.… Continua...

Fairy passage 1

La fairy painting – l’arte dedicata alle fate. Le origini.

La fairy painting – l’arte dedicata alle fate. Le origini.

Il mondo delle fate – premessa.

La fairy painting è l’arte dedicata alle fate e al mondo delle leggende sul popolo fatato.

Le fate, creature che popolano la nostra immaginazione fin dalla prima infanzia. Le conosciamo attraverso fiabe, soprattutto nelle rivisitazioni della Disney, e nella fantasia moderna le vediamo come bellissime fanciulle con ali delicate, oppure come anziane signore pronte a dispensare fortuna ai propri protetti.

Parlare di fate, però, non è così semplice, raccontar di fate non è così scontato.… Continua...

fallen woman

La fallen woman in epoca vittoriana nella letteratura e nell’arte

La fallen woman in epoca vittoriana nella letteratura e nell’arte

La fallen woman, la donna caduta o perduta, è una figura simbolo dell’epoca vittoriana.

La donna caduta è colei che si lascia traviare e cade, appunto, nel peccato e compie la più grave trasgressione che possa essere pensata per una donna: fa sesso fuori dal matrimonio.

Che sia una giovane innamorata o sedotta, che sia una moglie fedifraga, o che sia stata stuprata, il risultato non cambia: la sua vita è rovinata per sempre, e con la sua quella di tutta la famiglia che ne condivide la reputazione.… Continua...

Le case Magdalene

Le case Magdalene – Magdalene Asylum, quando la realtà supera l’horror

Le case Magdalene – Magdalene Asylum, quando la realtà supera l’horror

Le case Magdalene, conosciute come Magdalene asylums, o Magdalene laundries (lavanderie Magdalene), erano un’istituzione nata a scopo benefico nel XVIII secolo. Inizialmente gestite in seno alle associazioni caritative protestanti, passarono progressivamente in gestione a congregazioni cattoliche.

Che cos’erano le Case Magdalene?

Le case Magdalene prendevano il nome, appunto, da Maria Maddalena, che per una grande ingiustizia storica (e in questo c’è una certa ironia della sorte) viene erroneamente identificata come una pubblica peccatrice che si accosta a Gesù con oli profumati e in lacrime.… Continua...

I bambini e la morte in epoca vittoriana

I bambini e la morte in epoca vittoriana

I bambini e la morte in epoca vittoriana sono, purtroppo, un binomio fin troppo frequente. Per questo, secondo alcuni articoli trovati on line, alcuni giochi che facevano erano modi per “prepararsi… alla morte”.

Senza arrivare a questa conclusione, possiamo davvero notare come questo aspetto della vita entrasse nel quotidiano anche dei più piccoli, in molti modi diversi, ed è certo che anche il gioco riflettesse tale abitudine.

i bambinine la morte in epoca vittoriana

La mortalità infantile in epoca vittoriana

La mortalità infantile in epoca vittoriana era altissima, le cause molto varie.… Continua...