Mia cara Jane – Un libro sotto l’albero 3

Mia cara Jane – Un libro sotto l’albero 3

Mia cara Jane di Amalia Frontali è il terzo libro che vi propongo come regalo di Natale.

Si tratta di un romanzo epistolare che sto terminando in questi giorni, ma non posso non consigliarlo come lettura e come regalo.

Ora vi presento la trama, che certo colpirà l’attenzione delle più romantiche lettrici.

Mia cara Jane – trama                                         

Nel gennaio 1796 Thomas Langlois Lefroy, futuro Capo della Corte Suprema irlandese, e Jane Austen, futura autrice di grandi capolavori della letteratura, entrambi ventenni, si conobbero e si piacquero.

A questa innocente attrazione – ci dice la storia – nulla seguì. Jane non si sposò mai e Tom contrasse un’unione di convenienza, che gli garantì un suocero potente, una ricca dote e la protezione economica di uno zio già molto contrariato da matrimoni indesiderabili in famiglia.

Gran parte delle lettere di Jane Austen, dopo la sua morte, fu data alle fiamme dalla sorella Cassandra, per motivi che non sono mai stati veramente chiariti. Qui finisce la verità storica.

Se Tom Lefroy, dopo quell’occasionale conoscenza, avesse scritto una lettera a Jane Austen?

Se a quella lettera – imprudente e ingiustificabile dalle convenzioni sociali – fosse seguita una vera e propria corrispondenza?

Le lettere di Tom a Jane, che sono pura invenzione letteraria, si incastrano però con minuziosa esattezza con le cronologie storiche dei protagonisti; sicché personaggi, luoghi ed eventi sono reali e mostrano che quello che non è mai accaduto sarebbe però stato possibile e plausibile.

Mia cara Jane è dunque un derivato austeniano in forma epistolare e stile regency, corrispondente ad un carteggio immaginario, di natura romantica, di pugno di Tom Lefroy, che segue con esattezza le biografie storiche dei personaggi ripercorrendo gli anni fra il 1796 – in cui si colloca il primo incontro fra i due – al 1799 – anno del matrimonio di Tom Lefroy – e termina con un breve ultimo scambio epistolare nel 1817 – anno della morte di Jane Austen.

Durante questo breve periodo, ad una storia d’amore segreta, tormentata dalla distanza, dalle incertezze e dalla disapprovazione familiare, si unisce la genesi dei primi grandi romanzi canonici della Austen e Tom Lefroy diventa, nella finzione, consigliere e ispiratore della grande letteratura austeniana, suggerendo personaggi e situazioni romanzesche, incoraggiando revisioni, facendo da specchio alla coscienza letteraria dell’autrice.

Jane Austen

In un serrato contrappunto fra realtà storica e immaginazione, la trama si dipana fra continui echi delle Lettere austeniane sfuggite alle fiamme, citazioni dei capolavori, precisi riferimenti a viaggi, vicende e personaggi storici.

Sullo sfondo le guerre napoleoniche, i fermenti della rivoluzione, l’instabilità dell’Irlanda, la moda, lo stile di vita e la società della reggenza fanno cornice al microcosmo delle vicende private.

Senza forzature storiche, l’epistolario romantico sfocerà pienamente nella realtà storica, in un finale toccante ma non melodrammatico, che assegna al geniale romanzo postumo Persuasione un ruolo da protagonista.

Mia cara Jane – Un libro sotto l’albero

Questo libro, purtroppo solo in formato ebook (ma potete regalarlo lo stesso!) è apprezzabile sotto moltissimi punti di vista: accuratezza storica, che permette una completa sospensione dell’incredulità; stile narrativo, scorrevole, vivace eppure perfettamente adeguato al personaggio di cui leggiamo la corrispondenza; trama avvincente; riferimenti alle opere di Jane Austen inseriti in un modo così raffinato e simpatico da strappare  più di un sorriso mentre, durante la lettura, si scorgono e si riconoscono.

A chi lo regalo?

Lo regalo a me. Lo regalo alle Janeites più accanite, certa che potranno apprezzare quest’opera che non propone né prequel né sequel né trasforma Jane Austen in investigatrice o cacciatrice di zombie, ma entra con grande rispetto nella sua vita, raccontandoci una bella fiaba che ci piacerebbe fosse vera.

http://amzn.to/2hiO1LY

Antonia Romagnoli @antoniaromagnol

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

Share
Published by
Antonia Romagnoli @antoniaromagnol

Recent Posts

  • Alimentazione e ricette storiche
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo regency
  • mondo vittoriano

Figgy pudding e plum pudding – Christmas Victorian recipes

Figgy pudding e plum pudding – Christmas Victorian recipes Figgy pudding e plum pudding – antica tradizione inglese. Now bring… Read More

3 giorni ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo regency
  • mondo vittoriano

La porcellana Staffordshire

La porcellana Staffordshire La porcellana Staffordshire è molto nota (Staffordshire Porcelain) ai collezionisti e agli appassionati di antiche porcellane inglesi… Read More

2 settimane ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo regency
  • mondo vittoriano

Breve Storia della Porcellana

Breve Storia della Porcellana Un breve percorso nella Storia della Porcellana, sogno e passione di tanti anglofili e prezioso ornamento… Read More

3 settimane ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • Moda e abbigliamento d'epoca
  • mondo regency
  • mondo vittoriano

Le mestruazioni nel 1800

Le mestruazioni nel 1800 – storia degli assorbenti e delle signore Le mestruazioni nell’800, come accade anche oggi, fin troppo… Read More

1 mese ago
  • Alimentazione e ricette storiche
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo vittoriano

L’alimentazione vittoriana: i ricchi e i poveri

L’alimentazione vittoriana: i ricchi e i poveri L’alimentazione vittoriana: i ricchi e i poveri - il divario nutrizionale fra le… Read More

2 mesi ago
  • Alimentazione e ricette storiche
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo regency
  • mondo vittoriano

Tea caddy – le scatole da tè nell’800

Tea caddy - le scatole da tè nell'800 Tea caddy - le scatole da tè nell'800. La storia che non… Read More

2 mesi ago