Il castello di Inveraray e l’arpista fantasma

Il castello di Inveraray e l’arpista fantasma

Il castello di Inveraray e l’arpista fantasma sono un binomio molto noto per gli appassionati di storie di spettri. Ecco la loro storia.

Il castello di Inveraray sorge nelle vicinanze del più lungo lago salato della Scozia, in un territorio spettacolare e verdeggiante, il Loch Fyne. Da molti secoli la cittadina di Inveraray è il cuore dei possedimenti d uno dei più antichi e potenti clan scozzesi, quello dei Campbell, il cui Laird è il Duca di Argyll.

Il Duca di Argyll

Il territorio di Argyll, che appartiene da secoli a questo ducato, appartiene al clan dal medioevo e oggi al titolo principale si affiancano anche titoli minori: Conte Campbell e Cowall (dal 1701), Visconte Lochow e Glenyla (1701), Lord Campbell (1445), Lord Lorne (1470), Lord Kintyre (1626), Lord Inverary, Mull, Mover and Tiry (1704), Barone Sundrige (1776) e Barone Hamilton di Hameldon (1776). Sono tutti registrati nell’Almanacco dei Pari di Scozia, eccetto gli ultimi due che sono registrati nell’Almanacco dei Pari di Gran Bretagna. Il duca è pure nobile di Nuova Scozia con il titolo di Baronetto di Lundie (1627). Il figlio maggiore del duca è indicato come Marchese di Kintyre e Lorne (1701). Tutti i titoli sono rimasti sempre all’interno della famiglia Campbell, che ancora li deteine, come detiene il possesso del castello protagonista della nostra storia.

Un antico casato, un castello meno antico

Il casato dunque è fra quelli più antichi della Scozia e ha visto nei secoli tanta della Storia della nazione, cambiamenti politici e sociali, riuscendo a mantenere il proprio potere.

Ma per farlo, i Campbell hanno combattuto sanguinose battaglie, hanno difeso col ferro e col sangue i loro possedimenti e il loro potere.

La prima dimora del clan Campbell si trovava, anticamente, sull’isola di Innis Chonnell nel Loch Awe, ma fu abbandonata per costruirne una nuova fortificata sul sito dell’attuale castello di Inveraray. Il nucleo abitato che vi crebbe attorno acquisì lo status di burgh of barony (un titolo che oggi non è più riconosciuto) nel 1472 e di royal burgh nel 1648 (idem: è solo una definizione storica).

Della struttura quattrocentesca non rimane nulla: nel 1700, Archibald Campbell, duca di Argyll, decise di demolire l’esistente edificio e di costruirne uno nuovo sullo stesso sito, portando anche a una riedificazione del borgo che fu spostato in un’area considerata più favorevole.

Il castello che vediamo oggi, dunque, è relativamente recente rispetto alla lunga vita del clan, ma queste migliorie avevano una grande importanza strategica: proprio a metà del 1700, infatti, i clan delle Highlands si ribellarono al dominio inglese e la lotta rese necessarie migliori strutture difensive, vie di comunicazione efficienti e organizzazione: Inveraray e il territorio dei Campbell rispondevano a tutte queste esigenze.

Le migliorei urbanistiche continuarono anche nell’800 e oggi Inveraray è una cittadina molto frequentata dai turisti per vari edifici d’interesse storico, fra cui la prigione di epoca georgiana.

Leggi anche: La Green Lady di Crathes Castle

Il castello di Inveraray e l’arpista

Nonostante la relativamente giovane età del castello, un notissimo fantasma abita fra le mura di Inveraray Castle. Dalla famiglia Campbell viene definito affettuosamente “l’ometto”  e sono tante le testimonianze che parlano di lui.

Chi è l’arpista fantasma di Inveraray?

Non esistono notizie storiche precise sull’identità dell’arpista fantasma, ma la famiglia ritiene che la sua morte sia avvenuta intorno alla metà del Seicento.

Nel 1644-45, infatti, due personaggi di spicco nel panorama territoriale scozzese entrarono in lotta: erano  James Graham, 1º Marchese di Montrose e Archibald Campbell, 8º Marchese di Argyll. Montrose riuscì a entrare nella valle di Inveraray, e qui aveva trovato le difese del clan. L’arpista faceva parte dell’esercito del suo signore, e come altri musici, soprattutto suonatori di cornamusa) fu giustiziato. Impiccato a un albero, il vecchio arpista non abbandonò tuttavia i suoi doveri e da allora, proprio dove la sua vita terrena aveva avuto fine, cominciò a manifestarsi.

Lì, a quanto dicono, ancora compare: ma al posto dell’albero da secoli sorge il castello di Inveraray, dove egli appare alle persone ritenute degne della sua manifestazione.

Non tutti ottengono la stessa cortesia: gli stessi membri del clan hanno avuto esperienze varie. Alcuni lo hanno visto, altri sentito suonare, altri ancora hanno avvertito soltanto la sua presenza.

Racconta Lord Halifax che la moglia di Ian Campbell, nel 1819, sentì l’arpista nella cosiddetta stanza di Archie, nella quale ella aveva depositato la propria arpa. Lo spettro pareva avere la predilezione per quella stanza, e per alcuni appartenenti alla famiglia. Sembra che, invece, con gli estranei al clan, sia assai più restio ad apparire.

Sempre secondo lord Halifa, le manifestazioni più frequenti avvengono nelle stanze ricavate nella torretta, forse sorta proprio sul punto dove l’albero dell’arpista era stato rimosso.

Altre manifestazioni

Legate al clan Campbell ci sono altre suggestive leggende, fra cui quella di un Galeone fantasma, che appare nelle acque del Lock Fyne per annunciare la morte del capo clan.

Sempre Lord Halifax si fece raccontare dal Decimo duca di Argyll l’origine della leggenda: sullo stemma della famiglia compare un galeone, e l’apparizione spettrale è molto simile a quel tipo di imbarcazione, con tre persone a bordo, una delle quali dovrebbe essere un santo vissuto all’epoca di San Colombano. Alla morte di persone importanti del clan, il galeone viene avvistato, per annunciare il lutto imminente.

Pyle pirates ghost

https://www.inveraray-castle.com/castle/history

Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

Share
Published by
Antonia Romagnoli

Recent Posts

  • Articoli vari

10 verità terribili sulle città in epoca vittoriana!

10 verità terribili sulle città in epoca vittoriana! 10 verità terribili sulle città in epoca… Read More

2 giorni ago
  • Articoli vari

Bridget Cleary – pensavo fosse una fata: l’agghiacciante uxoricidio che sconvolse l’Irlanda.

Bridget Cleary – pensavo fosse una fata: l’agghiacciante uxoricidio che sconvolse l'Irlanda. Il caso di… Read More

2 settimane ago
  • Articoli vari

I webinar di Miss Darcy!

I webinar di Miss Darcy! Per info: info@antoniaromagnoli.it che ne dite? Blogger per caso o… Read More

2 settimane ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • L'arte ottocentesca
  • mondo vittoriano

Celtic revival – il ritorno dei celti in età vittoriana

Celtic revival - il ritorno dei celti in età vittoriana Il revival celtico, più noto… Read More

2 settimane ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo vittoriano

La grande puzza di Londra del 1858 – La vendetta del Tamigi

La grande puzza di Londra del 1858 - La vendetta del Tamigi La grande puzza… Read More

3 settimane ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo vittoriano

James Barry – Lady Oscar della medicina vittoriana

James Barry - la Lady Oscar della medicina vittoriana James Barry: il medico inglese che,… Read More

3 settimane ago