Il brevetto da ufficiale in epoca Regency

Che cos'è il brevetto da ufficiale che incontriamo nei romanzi storici? Eccovi tutta la storia del brevetto da ufficiale in epoca regency!

Il brevetto da ufficiale in epoca Regency

Che cos’è il brevetto da ufficiale che incontriamo nei romanzi storici? Eccovi tutta la storia del brevetto da ufficiale in epoca regency!

La vita militare Regency era per veri duri. In letteratura, spesso si incontrano appartenenti al mondo militare, siano soldati, marinai o ufficiali.

L’accesso ai gradi determinava la differenza: i soldati semplici e i marinai erano considerati molto in basso nella scala sociale, ma un graduato diventava un gentiluomo.

Vediamo alcune curiosità sulla vita militare Regency attraverso i romanzi di Jane Austen.

La professione, sia in marina che nell’esercito, si giustifica da sé. Ha tutto a suo favore; eroismo, rischio, movimento, popolarità. Soldati e marinai sono sempre ben accetti in società. Nessuno può meravigliarsi che gli uomini diventino soldati o marinai. (Mansfield Park, Volume primo, capitolo 11)

brevetto da ufficiale in epoca regency

Ufficiale e gentiluomo – la vita militare Regency per i cadetti

Nelle casate nobiliari e spesso anche in quelle di possidenti terrieri, i figli maschi cadetti non ereditavano nulla. Il titolo e le terre passavano in blocco al primogenito.

I figli cadetti si trovavano di fronte a scelte abbastanza limitate: la chiesa, l’esercito o la marina, l’avvocatura.

Per i poveri, entrare nell’esercito significava una vita dura, ma uno stipendio sicuro, insieme a vitto e alloggio. Era meglio che fare la fame in mezzo a una strada. Per questo, non sempre i soldati erano considerati persone degne di fiducia, ed erano associati a una vita dissoluta.

La vita di caserma era difficile e scomoda: non c’era spazio personale, non c’erano comodità, ma per gli ufficiali le cose cambiavano. Una mensa migliore, appartamenti migliori, e magari il privilegio di poter mettere su famiglia, cosa che ai soldati semplici non era concessa.

vbrevetto da ufficiale in epoca regency

Esercito o marina?

La marina inglese era l’orgoglio nazionale: erano loro a conquistare le colonie, a tenerle in ordine, a combattere i nemici della Corona in tutto il mondo.

L’esercito diventava utile in tempo di guerra, ma per gli Inglesi nell’800 furono molte le occasioni di mostrare la propria capacità di fuoco…

La nascita di un esercito regolare risale, per gli Inglesi, ai primi del 1700: prima, le milizie erano meno organizzate e più disperse. Dopo Cromwell, la corona ha istituito il British Army, con data ufficiale di nascita l’1 January 1660.

Per i gentiluomini, esercito e marina equivalevano, come prestigio: si trattava comunque di carriere e non di semplici mestieri.

In Inghilterra era attiva anche una milizia che veniva utilizzata per mantenere l’ordine interno: a quest’ultima apparteneva Mr. Wickham di Orgoglio e Pregiudizio.

 Il sistema del brevetto da ufficiale in epoca Regency

Oggi pesare a una carriera militare basata sul vile denaro ci sembra strano, ma in epoca Regency – e anche prima – la carriera di un militare si basava principalmente sul pagamento di una cifra considerevole per accedere ai gradi superiori.

Ogni passaggio di grado era subordinato a questo pagamento. Ma perché?

Il primo motivo, a quanto pare, dipendeva dal sistema “pensionistico”: una volta raggiunta l’età di ritirarsi, tutti i proventi dei brevetti venivano resi, sempre che il vecchio milite arrivasse a questa età vivo. È il caso del Colonnello Brandon in Ragione e Sentimento, che ha servito nelle Indie Orientali. Quando torna, è però relativamente ancora giovane

Il suo ritiro dalla vita militare, però, non è dovuto all’anzianità quanto alla morte prematura del fratello maggiore, che si era preso oneri e onori del patrimonio di famiglia. Brandon è un uomo ricco, sia per la carriera militare, sia per i beni in cui è subentrato come erede.

Edward Ferrars ci suggerisce che la carriera militare sia considerata più chic rispetto a quella ecclesiastica: alla possibilità di vita dignitosa, in effetti, aggiunge un’aura gloriosa a chi sceglie questa via. Ma sempre Edward, commenta che la carriera militare, per lui, è “troppo alla moda”, facendosi capire un lato del suo carattere, più incline alla tranquillità e alla meditazione che al clangore delle trombe. Essere ufficiali non significava necessariamente andare in guerra, soprattutto scegliendo la milizia.

Il brevetto da ufficiale era in realtà nato per affiancare l’avanzamento per merito,  ma nel corso del tempo era diventato quasi come l’acquisto di una “patente da ufficiale”: bisogna arrivare a metà 800, per vedere porre fine al commercio dei gradi e alle carriere militari determinate soltanto da anzianità e merito.

Il succo era che se entravi nell’esercito, dovevi farlo per amor di patria e non per i soldi, e si riteneva che questo sistema fosse un buon discriminante.

brevetto da ufficiale in epoca regency

Il brevetto da ufficiale in epoca Regency – Orgoglio e Pregiudizio

Torniamo a Wickham, tristemente entrato nella milizia dopo aver dilapidato i suoi beni peggio del figliol prodigo e assai meno restio a redimersi di quest’ultimo.

In Orgoglio e Pregiudizio troviamo molte informazioni sul mondo militare, grazie agli interessi delle signorine della famiglia Bennet.

In tutti i settori dell’esercito e della marina, il brevetto si pagava, ad eccezione dei Royal Engineers e del Royal Regiment of Artillery, in cui l’avanzamento si ottiene esclusivamente per merito.

Si potevano ottenere promozioni anche per anzianità, ma ci voleva molto tempo e comunque il primo brevetto, per accedere alla carriera, andava pagato. Si poteva diventare ufficiali anche in caso di necessità: per la morte o il ferimento di un ufficiale, poteva essere sostituito per meriti da un soldato che accedeva alla carriera o che veniva temporaneamente investito del grado superiore (facente funzione di).

Per gli appartenenti alla milizia, però, il brevetto era più facile pagarlo, visto che di eroismi in patria in epoca Regency non se ne facevano tanti.

La vita dei militari che arrivano a Meriton la leggiamo fra le pagine del romanzo più amato di Jane Austen: vita da campo, esercitazioni, ma anche balli, feste, parate, uscite… insomma, a parte il disagio della povertà e della vita senza troppi lussi, era anche accettabile. Tranne quando le truppe venivano spostate in zone dal clima più ingrato o mandate a fare davvero qualcosa.

Wickham ci racconta la motivazione che lo ha indotto ad arruolarsi nel reggimento del ***shire:

È stata principalmente la prospettiva di conoscenze stabili, di buone conoscenze”, aggiunse, “che mi ha indotto a entrare nel *shire. Sapevo che era un reggimento molto rispettabile e piacevole, e il mio amico Denny mi ha ulteriormente tentato con la sua descrizione dell’acquartieramento attuale e delle tante premure ed eccellenti conoscenze fatte a Meriton. La vita sociale, lo confesso, mi è necessaria. Ho subito una delusione e il mio spirito non sopporta la solitudine. Ho bisogno di impegni e di vita sociale. La vita militare non è ciò a cui ero destinato, ma le circostanze l’hanno resa vantaggiosa”

In seguito scopriremo quante menzogne nasconde questa simpatica canaglia dietro le leggere parole, tuttavia la vita nella milizia era ben diversa da quella dei marinai semplici… che spesso venivano arruolati con sistemi non molto ortodossi (ne parleremo!).

brevetto da ufficiale in epoca regency

Dopo averne fatte di cotte e di crude, Wickham accetta di mettere la testa a posto, e con il “modico compenso” di un brevetto e “poco altro” si sposa con Lydia Bennet.

Il giovanotto, però, dopo essere fuggito dal suo reggimento e dopo essersi portato via una fanciulla che si trovava sotto la protezione del suo generale, deve cambiare direzione, e il brevetto che Darcy acquista per lui, a carissimo prezzo vista la situazione e l’urgenza, arriva dopo l’arruolamento di Mr. W. Nell’esercito ufficiale.

Per lui e Lydia, inizia una vita dignitosa, ma con l’incognita del futuro: spostamenti frequenti e rischio di vita in caso di guerra.

L’esercito e gli ufficiali Regency in Northanger Abbey

Anche in Northanger troviamo dei militari che non si mostrano esempi di integrità morale: il capitano Tilney, che seduce senza troppe remore l’ochetta Isabella, e il padre, il generale Tilney, orgoglioso e odioso quanto sir Walter in Persuasione.

Quanto costa un brevetto da ufficiale in epoca Regency?

Dipende dal grado. Per avere l’avanzamento, oltre al vile  denaro, occorrevano requisiti minimi, come saper leggere e scrivere e avere una condotta adeguata.  Serviva una raccomandazione  di un superiore, scritta.

Il costo del brevetto variava anche a seconda del corpo di appartenenza: alcuni erano più prestigiosi e salire di grado era più dispendioso. Il grado più basso in fanteria costava a partire da 400 Sterline, fino a 1600 o 1800 Sterline per posizioni migliori.

Se c’era “urgenza” come nel caso di Mr. W. il brevetto costava di più e lo spostamento in altro corpo/reggimento sicuro, perché si andava a ricoprire un ruolo vacante, lasciato da ufficiali ritiratisi o morti o fatti a pezzetti. Insomma, per diventare colonnelli essere ricchissimi non era sufficiente, quasi mai: bisognava avere grandi ambizioni, saper  sfruttare le giuste occasioni o essere grandi eroi.

Persuasione e la marina

Jane Austen per la marina ha un occhio molto diverso. Come vi dicevo, la marina era per gli inglesi un punto di grande orgoglio e i suoi membri (specie se ufficiali) molto stimati. In Persuasione troviamo vari esempi di uomini dalla condotta irreprensibile, di alti valori morali, che hanno militato sulle navi inglesi. Oltretutto, Jane Austen aveva motivi personali per avere a cuore la marina… due dei suoi fratelli infatti vi militavano.

Ma anche in Mansfield Park e non credo per caso, il fratello preferito di Fanny, William, si arruola come marinaio. Seguiamo la sua carriera da semplice guardiamarina a all’arrivo del sospirato brevetto per intercessione dello zio.

Un altro modo per fare carriera militare era quella di mettersi a disposizione per diventare ufficiali, col rischio di aspettare molti anni prima di riuscire a ottenere un avanzamento. Ma William è un brav’uomo, è coraggioso e si fa valere, meritando pienamente anche l’aiuto.

Ma della marina parleremo prossimamente!

Leggi anche:

batteri vittoriani

Le malattie veneree nella Londra vittoriana

La vita dei soldati era una vita solitaria: il permesso per sposarsi era una concessione rara.  Per questo, spesso sia fanti che marinai si concedevano momenti “romantici” con professioniste dell’amore. E altrettanto spesso, si trovavano a dover gestire  malattie veneree. Tanto che lo Stato arrivò a intervenire…

 

https://randombitsoffascination.com/portfolio/to-be-an-officer-and-a-gentleman/

https://www.jausten.it/orgoglioepregiudizio.pdf

 

Immagini Pinterest

 

Related Posts