Mercatini natalizi e dove trovarli – storia e tradizioni

6 min di lettura

Mercatini natalizi e dove trovarli – storia e tradizioni

Oggi parliamo di Mercatini natalizi e dove trovarli. Parleremo dei più antichi d’Europa e dei  più belli d’Italia, della loro Storia.

Questo articolo è dedicato alla mia mamma, che il 10 dicembre del 1986 ci ha lasciato. Nessuno come lei amava il Natale e sapeva  creare atmosfere magiche, per cui ho pensato oggi di dedicarle un piccolo viaggio nei luoghi più incantati di ogni tempo, che lei non ha mai visitato ma che sono certa le sarebbero piaciuti molto.

Quest’anno non credo che molti di questi mercatini avranno luogo, ma raccontarvi la loro storia spero sia di buon augurio per tutti noi: hanno attraversato la Storia e tempi difficili, ma sono sempre tornati a riempirci gli occhi di luci e i  cuori di speranza. I mercatini ci infondono il coraggio di guardare avanti, di superare anche momenti come questi.

Dresda

Il mercatino più antico – Dresda

Le tradizioni dei mercatini natalizi sono davvero antiche. Del mercatino natalizio  di Dresda si ha notizia per la prima volta in un documento datato  1434, che descrive uno Striezelmarkt, ossia un mercato dedicato agli Striezel, che da noi è più noto come Stollen, è un dolce natalizio tipico di Dresda, un impasto lievitato con frutta candita, uvetta e zucchero a velo.

Il mercatino di Dresda si svolge ancora, nell’Altmarkt, la piazza più antica della città, ed è attesissimo, con ben duecentocinquanta casette in cui vengono esposti oggetti d’artigianato in legno, pizzi, decorazioni natalizie, dolci…

Dresda è anche la patria di un particolare tipo di decorazione per l’albero di Natale, nota proprio come Dresden, che andava molto in voga in Inghilterra in epoca vittoriana.

Leggi anche: L’ albero di Natale  la tradizione, l’epoca vittoriana

Strasburgo

Mercatini di Natale- il concorrente: Strasburgo

Fra i mercatini di Natale, quello di  Strasburgo si contende il primato con quello di Dresda. Le fonti storiche ci assicurano che Il Mercatino di Natale di Strasburgo, il famoso “Christkindelsmärik”, situato nella zona di place Broglie, è sicuramente il più antico di Francia. Nel 1570, in pieno periodo di Riforma, la maggioranza protestante della città sostituisce il tradizionale mercato di San Nicola con il “Christkindelsmärik”, il “Mercato del Bambino Gesù”, quindi il mercatino era già attivo e noto, per finire nelle cronache a causa del cambiamento di nome.

Anche qui abbiamo centinaia di bancarelle dall’aspetto medievale, nelle quali artigianato e specialità culinaria si alternano. In particolare, il dolce natalizio tipico locale è la Maenelle, un omino di pasta brioche. E visto che Strasburgo non è seconda a nessuno, troviamo ogni anno uno degli alberi di Natale più belli d’Europa: forse proprio qui, infatti, è nata la tradizione di decorarlo.

Mercatini di Natale, dai più antichi a oggi

I mercatini natalizi delle altre città hanno tradizioni più recenti: il vero nucleo dei festeggiamenti è infatti la Germania l’Europa centrale, nella quale le festività natalizie sono sempre state più sentite e i mercatini hanno radici più antiche, medievali o poco successive. La diffusione dei mercatini per la maggior parte delle altre città risale all’800, quando viaggi, produzioni e commerci si anno più semplici: le tradizioni tedesche vengono esportate così in tutta Europa, in particolare in Inghilterra, dove giungono direttamente insieme al principe consorte della regina Vittoria, Albert.

Zurigo

Mercatini di Natale – a Zurigo si fanno in quattro!

Addirittura quattro mercatini a Zurigo, e tutti spettacolari. Il più grande è lo “Zürcher Christkindlmarkt”, che viene allestito nella monumentale Stazione Centrale: è il più grande Mercatino di Natale al coperto, con 150 casette decorate. La vera attrazione però è il gigantesco albero di Natale decorato con oltre settemila gioielli di Swarovski.

Il più sorprendente è però il mercatino sulla Werdmühleplatz con il suo Singing Christmas Tree – un albero di Natale decorato da… cantori natalizi. Si tratta infatti di un grande palco a forma di abete, su cui si alternano i cori più importanti della regione, coi loro repertori più festosi.

Stoccolma

Stoccolma – le tradizioni si fondono

A Stoccolma il primo mercatino natalizio arriva alla fine del 1800, invadendo la piazza settecentesca  Srortorget e altre piazze della città. Il cuore dei festeggiamenti in città è la notte del 13 dicembre, festività di Santa Lucia, molto sentita nei Paesi Nordici. Santa Lucia viene preparata con molto anticipo, perché la città si riempie di cori e processioni: le giovane scelte per impersonare la Santa precedono gruppi di bambini: sono tutti vestiti di bianco, con una cintura rossa in vita e portano con sé una candela. La “Santa Lucia” indossa un copricapo di sempreverdi e candele (oggi elettriche), i “valletti” solo di sempreverdi.

La città, nel buio della notte nordica, è invasa di queste piccole luci.

Le tipiche bancarelle in legno rosso  vendono “glögg” caldo, pan di zenzero, formaggio, caramelle e artigianato svedese.

Praga

Un mondo di tradizioni di Natale

Sebbene quest’anno molti mercatini non abbiano potuto aprire, ogni Paese ha interpretato negli ultimi trent’anni a modo  suo questa tradizione e l’ha importata nelle sue piazze principali. Tutte le capitali europee si differenziano però per il tipo d’artigianato proposto e soprattutto perché in questi mercatini compaiono le leccornie di ogni località, diversificandosi per profumi, aromi, sapori.

Ogni cucina ha i suoi piatti natalizi tipici, i suoi dolci, e ogni piazza assume connotazioni diverse.

Fra i cultori dei mercatini natalizi non possiamo non elencare gli inglesi, che dalla metà 800 hanno accolto con grande entusiasmo molte tradizioni europee.

Bath

Sono tante le città inglesi che ospitano mercatini ricchi di fascino, spesso arricchiti da una cornice suggestiva come quello di Nottingham, in un cuore medievale, o di Bath, nella piazza della cattedrale gotica. Quello di Bath è uno dei mercatini più amati in Inghilterra, con ben 180 chalet per lo shopping più stravagante di sempre.

Il più rinomato però è quello di Winchester, nella piazza della cattedrale, che conta centinaia di casette in legno e ispirato ai più antichi mercatini tedeschi.

Quest’anno, la Cattedrale di Winchester, nell’impossibilità dell’apertura, ha pensato a un mercatino virtuale, in cui gli artigiani hanno  potuto proporre on line i loro articoli.

https://christmas.winchester-cathedral.org.uk/traders

Winchester

I mercatini natalizi in Italia

Anche le nostre piazze torneranno, ci auguriamo, a riempirsi  di luci, colori e profumi. Fra i  più amati e frequentati ci sono sicuramente i mercatini di Trento e Bolzano, in generale quelli dell’Alto Adige.

il più particolare? Forse proprio qui a Piacenza, nel suggestivo borgo di Grazzano Visconti: il villaggio, dall’aspetto medievale ma costruito ai primi del secolo scorso, da alcuni anni si è contraddistinto per varie iniziative, fra cui un mercatino natalizio imperdibile.

Bolzano

 

 

Pubblicità
Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

Share
Published by
Antonia Romagnoli

Recent Posts

  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • L'arte ottocentesca
  • mondo vittoriano

I vittoriani e gli animali esotici: quando la bisnonna allevava lemuri

I vittoriani e gli animali esotici: quando la bisnonna allevava lemuri I vittoriani e gli… Read More

2 giorni ago
  • Le regine del Regency

Julia Justiss fra viaggi, Storia e romanticismo – Regency Queen 3

Julia Justiss fra viaggi, Storia e romanticismo - Regency Queen 3 Julia Justiss è meno… Read More

5 giorni ago
  • Approfondimenti storici
  • Articoli vari
  • mondo vittoriano

Nellie Bly – 10 giorni in manicomio – il reportage dall’inferno

Nelly Bly - 10 giorni in manicomio - storia di un reportage dall'inferno Nellie Bly… Read More

1 settimana ago
  • Approfondimenti storici
  • mondo vittoriano

L’isteria e le donne nel 1800. Quando essere donna diventa un problema

L'isteria e le donne nel 1800. Quando essere donna diventa un problema L'isteria e le… Read More

1 settimana ago
  • Articoli vari
  • Le regine del Regency
  • mondo regency

Mary Balogh, dal Galles al Canada – le  regine del Regency 2

Mary Balogh – un cuore Regency dal Galles al Canada – le  regine del Regency… Read More

2 settimane ago
  • Alimentazione e ricette storiche
  • Articoli vari
  • mondo vittoriano

Matrimonio e dolcetti – curiosità sui dolci e le nozze nell’800

Matrimonio e dolcetti – curiosità sui dolci e le nozze nell'800 Le nozze nell'800 erano… Read More

2 settimane ago