#unlibrodaleggere: Il Re degli Inganni

Condividi con

#unlibrodaleggere: Il Re degli Inganni di Simona Friio

Simona Friio, autrice dei romance Nontiscordardime e L’amore ti ha trovato, e del romanzo storico Magar Mulieres: la seduzione del male, torna a proporci un viaggio nella Storia, ancora più indietro nel tempo. Torniamo con lei al 1300 per conoscere Il re degli Inganni.

 Il Re degli inganni

Il re degli inganni – sinossi

È il 1387 quando Alma della Casa di Pietà raggiunge la Val d’Ossola, lasciando l’abbazia dove, sotto mentite spoglie, ha appreso gli insegnamenti dei monaci di San Gallo. La sua ambizione è emanciparsi, riscattarsi da una condizione debole e umiliante perché le femmine non sono buone a niente, questo le dicevano le consorelle prima che fuggisse dal convento natio.

A Candoglia si presenta con lo stesso nome con il quale si è ritagliata un posto alla scuola dell’abate Remigius, Goffredo, ed è in cerca di un impiego.

La cava nei pressi del monte Orfano si dice che dia lavoro a molti. A Milano si sta costruendo la cattedrale dei Visconti e tanta operosità sembra fatta proprio al caso suo. Il Maestro di pietra, Rodolfo Della Terra, accetta di arruolarla nella squadra, ma le affida mansioni leggere. Si è accorto subito del suo fisico da signorino…

Il Re degli inganni

Alma, affascinata dalla vita in cava, entusiasta della vita in generale al di fuori di un convento, si lascia stregare dalla quotidianità di una realtà rurale fatta di cose semplici. Impara ad apprezzare le persone e le loro debolezze. Tocca con mano la sofferenza e il dolore, quando la peste arriverà a mietere centinaia di vittime. C’è una cosa, però, che ostacola il suo desiderio di emancipazione: i sentimenti che nutre verso Rodolfo Della Terra… Ed è sotto il peso di quel segreto che Alma lascia Candoglia e approda a Milano, la città per eccellenza, il regno dei Visconti.

A causa di un equivoco, però, è imprigionata nella fortezza, dove conosce Francesco Novello detto il Carrarese, erede della Signoria di Padova. Nonostante le condizioni e l’avversa circostanza della prigionia, fanno conoscenza. Escogitano un piano ed evadono, ma lei è costretta a rivelargli la propria identità.

Il clima che si respira è foriero di sventura. La minaccia di un’altra guerra per la conquista dei territori è alle porte e la questione papale si riaccende: Avignone o Roma? Gli eserciti sono in marcia verso Alessandria.

Rodolfo, con il suo piccolo esercito di picasass e contadini, si unisce alle milizie viscontee per combattere contro lo stesso Carrarese. E contro di lei.

http://amzn.to/2qIZng0

Il Re degli inganni

Un estratto

Non si era mai avvicinata tanto al ducato; ricchezza e potere furono un vero schiaffo, ma cominciava a capire. Capiva, perché lo aveva imparato, che la grandiosità di un uomo si misurava con ciò che costruiva, come una cattedrale. Quale opera più importante e degna di nota, se non l’innalzamento di un Duomo nella prestigiosa città di Milano? Gian Galeazzo voleva raggiungere la magnificenza di Dio e solo con l’edificazione di una cattedrale avrebbe potuto avvicinarsi a un tale livello. Si era appena sbarazzato dello zio Bernabò, cosa o chi gli impediva di accrescere il proprio prestigio, adesso? La cattedrale avrebbe simboleggiato il successo visconteo sul Sacro Romano Impero: potere, lustro e gloria.

 Biografia Autore

 Simona Friio, sposata, classe 1978, vive in provincia di Milano ed è diplomata in Designer della moda.

È appassionata di scrittura, arte e storia. 

Legge con costanza romanzi sia di genere storico sia contemporaneo e predilige autrici classiche come la Austen, le sorelle Brontë e la Gaskell.

Amministra un gruppo Facebook dal nome “Gaskell e altri rimedi” che le sta dando grandi soddisfazioni e collabora con diverse case editrici (Edizioni Croce, Jo March, Fazi, Iperborea, Sonzogno).

Ha fondato il blog “Romance e altri rimedi” (nato dal successo del gruppo Gaskell).

Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo storico: “La ragazza che mise il diavolo nella bottiglia”, fuori catalogo, uscito con una veste tutta nuova, sia nella cover sia nel contenuto (ovvero: Magar Mulieres – La seduzione del male).

Nontiscordardime, è il romanzo con il quale ha esordito e vinto la prima edizione di un concorso letterario indetto da Aiep editore nel 2014, sezione Narrativa Femminile, e pubblicato nell’ottobre del 2015. Ad aprile 2016 l’opera è presentata al BookPride di Milano.

Per Triskell edizioni si fa notare con L’amore ti ha trovato, luglio 2016

Nel dicembre 2016 esce il suo romanzo storico Magar Mulieres – La seduzione del male – Amazon.

A breve sono previste le uscite di un altri due romanzi, un contemporaneo e uno storico medioevale.

Collabora con Casa Editrice Follie Letterarie. Suoi i racconti brevi scritti per il progetto “StorieInCoda” (scarica l’App gratuita sul cellulare): La scia di fiori, Mai dire gatto, This is my therapy, Al binario otto con John Wayne.

Oltre a scrivere, lavora anche per Triskell edizioni con l’inquadratura professionale di QC (Quality Control – Correttore di bozze).

 

Questo è il suo sito: http://simonafriio.wix.com/simonabooks

pagina facebook https://www.facebook.com/SimonafriioAutrice/

Il blog https://romanceealtririmedi.wordpress.com/la-vetrina-di-simona/

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi