Stefania Palamidesi: il tè del venerdì

Il tè del venerdì con Stefania Palamidesi

tè del venerdì

Questo venerdì, funestato dal terribile attentato di Nizza, parlare di libri ci diventa difficile. Il pensiero corre alle vittime, ai feriti, ai tanti bambini che sono stati tragicamente coinvolti in questo inferno senza senso.

Ma essere qui oggi è comunque importante, perché, come dice Stefania Palamidesi, non dovremmo mai smettere di proteggere il fanciullino che è in noi.

Il compito gravoso e che stiamo fallendo è questo: proteggere l’innocenza.

L’umanità sarebbe migliore se sapesse mantenere un cuore fanciullo, se sapesse dare il valore giusto alle cose.

Il genere fantasy, con le sue ombre e le sue luci, da sempre ci racconta del bene e del male, delle lotte dentro di noi, della paura e del coraggio. Anche oggi ha qualcosa da dirci.

Ora vi lascio all’intervista di Stefania, che ci parlerà del suo ultimo romanzo, Eclisse di un’anima.

Nel salotto non c’è la consueta allegria, ma la consapevolezza di essere qui, pur con l’animo pesante, perché il primo atto di coraggio è andare avanti, passo dopo passo, nonostante tutto a volte sembri perdere senso.

Prima domanda, sempre personale: che cosa significa per te il fantasy? Quando è nata la tua passione per questo genere?

stefania palamidesiHo sempre sognato ambienti e personaggi fantastici, da quando sono piccola. Pensavo persino di essere venuta da un altro pianeta e che prima o poi, sarebbero tornati a prendermi… Avevo amici immaginari e credevo nelle streghe e nei demoni. A volte, ho tutt’ora la sensazione di essere un po’ strega. Poi guardando La storia infinita, ho compreso che non dovevo perdere quella parte di me, altrimenti il mondo di “Fantasia” sarebbe scomparso. Ed è stato quello l’input quando decisi di scrivere Spiriti guardiani: allertare il mondo che il mondo della fantasia aveva bisogno del nostro animo magico e che non dovremmo mai smettere di proteggere il fanciullino che è in noi. Perdendo quella parte, sarebbe come perdere noi stessi, la nostra gioia più intima, la speranza nella vita e nella felicità. Ci credo molto in questo.

Eclisse di un’anima: ci racconti com’è nato questo romanzo? Quanto c’è di te in Maila?

Diciamo che ho preso ispirazione, come tutti i romanzi che scrivo, da mie esperienze personali e da convinzioni su ideologie che sento molto mie. Tra l’altro, ho centrato la narrazione sui miei studi spirituali: temi che sto studiando da due anni e che ho sentito di voler condividere con chi mi leggerà. Spero di poter dare risposte a tante domande sull’esistenza umana, sul senso della vita, sul significato del nostro essere sulla Terra. E poi volevo inserire una parte di me che da un po’, sta diventando importante per esprimermi: la poesia. Per quel che riguarda Maila…beh… sono io che parlo per bocca sua e alcuni personaggi non sono inventati… Preferisco non aggiungere altro.

Parliamo ancora di Eclissi di un’anima. Nei tuoi romanzi si evidenzia sempre una dualità, un forte contrasto. Luce e tenebre, bene e male… ma i confini sono davvero così netti?

Il mio intento in verità, è l’opposto. È evidente che si tenda oggi a dare separazioni nette tra due parti che sono in realtà un unico elemento. Non esiste il bene, se non ci fosse il male. Non si vedrebbe la luce, se non ci fosse una parte oscura. Vorrei che le persone capissero che siamo un’unica cosa, ma che entrambi fanno parte di noi. Io sto imparando ad accettare entrambe le parti di me: non totalmente buona, ma neanche cattiva. È tutta una questione di “libero arbitrio”. È il tema centrale della storia.

Che cosa cerchi nel genere fantastico? Che cosa invece vuoi trasmettere tu? E in questo romanzo in particolare, che cosa vorresti che arrivasse al lettore?

41C2p-W8PcL._SX373_BO1,204,203,200_Eclisse di un’anima NON È un fantasy. Ho tradotto il genere in SPIRITUAL ROMANCE ed è quello spero, chi leggerà, capirà cosa intendo dire con questo “strano genere” che ho voluto creare. La fantasia nasce dall’immaginario, probabilmente inverosimile. Quello di cui parlo nel romanzo, invece, è stato estrapolato dai miei studi. Teorie che stanno per essere confermate anche dalla scienza quantistica. È una neo scienza che sta prendendo piede e che sta dando ulteriori risposte a teorie vecchie. Nelle prime pagine, ho inserito alcune frasi prese da libri che trattano di queste cose, per dare un’idea al lettore, di cosa andrò a narrare nella storia. Come ho detto, vorrei che le persone comprendessero che tutto ha una spiegazione, che siamo sulla Terra con uno scopo, una missione. Che le persone che ci circondano non le incontriamo per caso e alcune “anime” sono nelle nostre esistenze da sempre…cambiano solo il nome.

Dopo “Eclisse di un’anima” che progetti hai per il futuro? Proseguirai con questo nuovo mondo, tornerai a raccontarci degli Spiriti Guardiani o hai nuovi universi già nella mente?

51wbsN8PsCL._SX354_BO1,204,203,200_Di sicuro, terminerò la trilogia di Spiriti guardiani con l’ultimo episodio: non mi è mai piaciuto lasciare le cose da terminare. Inoltre, il mio spirito poetico continua a creare nuovi versi, che accantono, con l’intento un giorno di farne una seconda silloge, come feci per Imperfetti…noi. La mia maturazione poetica mi ha fatto fare un bel salto e credo che queste creazioni potranno piacere ancora di più. E continuo a comporre.

Una cosa è certa: anche la mia maturazione come scrittrice ha bisogno di avventurarsi in nuove storie, più reali e meno fantastiche. Il fantasy rimarrà sempre il mio mondo, ma sento il bisogno di trattare tematiche più profonde, come temi sociali o disagi umani. Vorrei scrollarmi di dosso l’etichetta di “poetessa fantasy” con cui ormai mi definiscono da oltre un anno. Ho in mente una storia molto cruda che mi porterà proprio fuori da qualsiasi genere che si possa associare a me. Nella mia mente, è già scritta ma metterla su “carta” diventerà la mia più importante avventura. Una nuova Stefania vuol venire fuori e seguirò questo bisogno.

Grazie Stefania e in bocca al lupo per i tuoi progetti!

Biografia Stefania Palamidesi

spiriti guardiani

Stefania Palamidesi

Stefania Palamidesi nasce a Roma il 26 marzo 1971, da genitori catanesi trasferiti nella Capitale, prima della sua nascita. Quarta di 6 figli, comincia da piccola a scrivere dapprima diari, cimentandosi poi in poesie e piccoli romanzi d’amore. Costretta per forza maggiore a diventare indipendente, lascia gli studi prima del tempo ed entra molto giovane nel mondo del lavoro. Passa da operaia, a serigrafa, a baby sitter, a ragazza delle pulizie. Nel frattempo, torna a scuola serale, pagandosi gli studi. Entrerà involontariamente nel mondo dei call center, per parecchi anni. Poi un giorno, viene spronata a perseguire il sogno che aveva lasciato nel cassetto: riprendere a scrivere. In meno di due mesi, scrive il suo primo romanzo fantasy: Spiriti guardiani – Luce e oscurità. Entra nel mondo del self publishing e un anno esattamente dopo, pubblica il secondo romanzo della trilogia: Inganni e rivelazioni. Scopre la passione della poesia e pubblica la sua prima silloge Imperfetti…noi. Dopo la pubblicazione di “Eclisse di un’anima”, sta progettando una seconda silloge ed è in procinto di concludere la trilogia.

Sinossi – Eclisse di un’anima

Maila è una giovane donna, cresciuta in un piccolo paese di provincia che vive la propria esistenza, soffocando la sua vera indole a favore dei dettami di una famiglia chiusa che la soffoca. La solitudine e la voglia di riscatto l’avvicinano al mondo al quale si sente più legata: i libri. Nuovi incontri e un misterioso amico le apriranno le porte di un destino che neanche sapeva che esistesse. Un fato diverso l’attende, ma solo guardando veramente dentro se stessa, potrà capire la sua vera natura e scegliere chi diventare. E lo scoprirà solo attraversando le sue speranze, le delusioni e la sofferenza. Il suo lato buio o lo spirito di luce? Odio o amore? Cosa deciderà Maila di diventare? Una famiglia ostile, l’amicizia indissolubile e i dubbi del cuore saranno l’ago della sua bilancia. E se a peggiorare la scelta, ci fosse un amore evanescente? Ci si può innamorare di chi non esiste?

Scheda Libro

  • Titolo: Eclisse di un’anima
  • Genere letteratura italiana
  • Listino: € 12,00
  • Editore: Youcanprint Self-Publishing
  • Collana: Youcanprint Self-Publishing
  • Data uscita: 01/2016
  • Pagine:184
  • Formato: brossura
  • Lingua: Italiano
  • EAN:9788892614987

Link di vendita: http://www.lafeltrinelli.it/libri/stefania-palamidesi/eclisse-un-anima/9788892614987

Per leggere invece un estratto da Spiriti Guardiani clicca qui.

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi