Il Merrylin Cryptid Museum – il mistero delle creature fatate

Condividi con

Il banner del sito

Il Merrylin Cryptid Museum, Il museo delle fate e dei draghi

Questa è una storia molto particolare e ha per protagonisti esseri umani e creature fatate, è una storia vera eppure falsa, appartiene al passato e al presente e si svolge in tre epoche differenti. Ma nello stesso momento.

Se vi ho incuriositi abbastanza, seguitemi ora e vi aprirò le porte del Merrylin Cryptid Museum, il più incredibile luogo che la vostra immaginazione possa avvicinare.

T.T. Merrylin

Abbiamo un sito, da cui parte tutta la nostra narrazione e che lascerà a bocca aperta tutti gli appassionati di creature mitologiche.

Ma andiamo con ordine.

Il sito del Merrylin Cryptid Museum ci racconta, per prima cosa, la storia del ritrovamento straordinario della collezione appartenente al misterioso gentiluomo vittoriano Thomas Theodore Merrylin, protagonista di metà di questa storia.

Thomas Theodore Merrylin, appassionato di occultismo, naturalismo e di quella che oggi viene definita una spedo-scienza, la criptozoologia, fu uno studioso e un appassionato viaggiatore. Nella sua lunga vita, così lunga da spiazzare il suo biografo, il curatore del museo, attraversò tutti i continenti alla ricerca di nuove conoscenze, fino a che non si stabilì definitivamente a Londra, nella casa che lasciò in eredità a un orfanotrofio, non avendo egli eredi diretti.

Dapprima in compagnia del padre e in seguito da solo, Merrylin fu un appassionato studioso e collezionista che raccolse nei suoi viaggi un vero tesoro, formato da reperti destinati a sconvolgere le opinioni del mondo riguardo le creature che popolano il mondo.

Un articolo di giornale che riporta la notizia della donazione di Merrylin

E qui, comincia la seconda parte misteriosa della nostra storia del Merrylin Cryptid Museum.

La donazione all’Istituto che occupò la sua casa, infatti, era subordinata a una clausola: che una parte del sotterraneo, sigillata e contenente alcuni suoi effetti personali, non venisse né utilizzata né aperta. Così la palazzina passò in uso all’orfanotrofio, che vi rimase fino agli anni ’60, quando lo stato dell’edificio ne impedì ulteriormente l’uso. Fu allora, durante le operazioni di demolizione, che il seminterrato sigillato fu aperto e il suo contenuto riportato alla luce.

Quello che in un primo momento apparve come un ammasso di bauli e scatoloni rivelò contenere un tesoro inestimabile quanto inspiegabile: la collezione di Thomas Theodore Merrylin murata nell’edificio era composta da resti delle più incedibili creature mai viste.

Merrylin Cryptid Museum

Uno studio anatomico e due dei reperti

 Il tesoro del Merrylin Cryptid Museum.

Creature fatate, oggi non più che minuscoli scheletri alati in vario stato di conservazione, ma anche draghi, licantropi, vampiri e altre creature di ogni genere, nonché studi anatomici di tutti questi esseri che, finora, si pensavano solo appartenenti dal mondo della fantasia.

Creature impressionanti, conservatesi grazie alla grande cura di Merrylin e al lungo periodo di “sepoltura”, costituiscono oggi un patrimonio inestimabile sia per il significato che rivestono per la criptozoologia, sia per l’unicità degli esemplari.

Merrylin Cryptid Museum

Fate

Fra i numerosi reperti si incontrano esseri misteriosi, affascinanti e inquietanti: minuscole fate dalle ali ancora ben conservate attaccate a scheletri umani in miniatura, ma non solo: demoni, animali terrificanti, mummie dalle fattezze che richiamano licantropi… per arrivare ai draghi e all’incredibile strumentazione necessaria per “dare la caccia” agli esemplari.

Merrylin Cryptid Museum

licantropo

I vittoriani e le creature fatate

L’interesse dei vittoriani per le creature fatare, come sapete, non è una novità e fa parte delle caratteristiche del periodo. Così come membri altolocati della migliore società si dedicano a esperimenti medianici, altri perseguono interessi per altri aspetti del paranormale e per creature misteriose quanto i fantasmi e sempre appartenenti all’immaginario e alla cultura inglese. Non stupisce che uno studioso come Merrylin, avendone i mezzi, utilizzasse il suo ingente patrimonio per accrescere le proprie conoscenze e seguire le proprie passioni.

Merrylin Cryptid Museum

Drago

Il curatore del Merrylin Cryptid Museum.

E ora, il nostro magnifico racconto volge alla fine, alla terza epoca e al secondo protagonista, l’attuale curatore della collezione e del Merrylin Cryptid Museum.

Misteriosa quanto l’iniziatore della collezione, T. T. Merrylin, nell’accuratissimo sito che ci descrive i singoli ritrovamenti e racconta dettagliatamente la biografia di Merryl e quella di alcuni suoi collaboratori, della persona che attualmente gestisce il museo delle meraviglie si sa ben poco, a parte il nome, già di suo assai vago: Alex CF.

Ed ecco la parte che forse renderà un poco tristi i più sognatori, o che forse segnerà l’inizio di un nuovo sogno, perché basta girovagare un poco in rete per scoprire che questo Alex CF in realtà è un eccezionale artista, disegnatore e illustratore, e a quanto pare, anche scultore.

Merrylin Cryptid Museum

creatura marina

Nessuna dichiarazione, solo un link di disambiguazione nel suo sito ufficiale, che rimanda, quasi come se fossimo nel Paese delle Meraviglie, verso il Museo da una parte e verso il sito personale dell’artista dall’altra.

Le opere di Alex CF non stupiscono meno del museo e trasportano in mondi fantastici, dal sapore gotico, suggestive e fiabesche.

Illustrazioni, disegni, cover, studi anatomici e stampe che ci riportano a un immaginario vittoriano rivisitato e interiorizzato, un’arte che ci guida in un mondo di sogno, ma più spesso di incubo.

Come le creature del Merrylin Cryptid Museum, che ricordano quelle di Hellboy più che quelle dei dolci libri di fiabe.

Merrylin Cryptid Museum

Il gatto del Cheshire

Le immagini provengono da http://www.merrylinmuseum.com/

Per visionare le opere dei Alex CF:

http://www.artofalexcf.com/

E per viaggiare a ritrovo e scoprire il link di disambiguazione, http://www.alexcf.com/

Buon viaggio, Alice!

illustrazioni vittoriane

Il gatto del Cheshire, Arthur Rachkam

 

Ricordo che le immagini sono di Alex CF, 2014. https://www.youtube.com/watch?v=TOFps_Naytg 

 

 

 

La fairy painting vittoriana

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi