Il tè del venerdì con M. P. Black

Il tè del venerdì con M. P. Black

Paola de Pizzol o M. P. Black? Un bel dilemma. L’autrice che ci fa compagnia oggi nel salotto di Miss Darcy infatti è nota col suo nome d’arte, con il quale ha firmato un bel numero di romanzi e che l’ha accompagnata attraverso i vari generi di cui si è occupata. Oggi, nel nostro salotto, però, arriva Paola, la scrittrice che con la sua fervida fantasia ha fatto sognare grandi e piccini. Miss Darcy è emozionata e pronta a carpire tutti i segreti della nostra ospite…

In questa intervista parleremo anche dell’ultimo romanzo di Paola, che per un breve periodo è stato reso disponibile su Amazon. Se ve lo siete perso, temo che oggi stimoleremo la vostra curiosità, ma dovrete aspettare al nuova edizione per conoscere questa coinvolgente storia, che ha da riservare qualche sorpresa ai lettori!

Ciao Paola e benvenuta nel salotto di Miss Darcy!

Sempre un po’ impicciona, la mia amica e padrona di casa vuole sempre sapere qualche segreto dei suoi ospiti, perciò cominciamo con le domande personali. E la prima è d’obbligo: perché hai scelto di pubblicare sotto pseudonimo? Com’è nato il tuo nome di penna?

Ciao e grazie per aver gentilmente deciso di ospitarmi nel comodo e splendido salotto di Miss Darcy! Guarda, tutto è nato per gioco, alla fine del 2007.

Ero pronta per inviare alle case editrici il mio manoscritto “Lisa Verdi e il ciondolo elfico”, però mi pareva che, come autrice fantasy, il mio nome intero (Paola De Pizzol), potesse apparire troppo “complicato” e lungo da ricordare. Così, mio figlio mi ha proposto di creare uno pseudonimo.

Ho accettato con entusiasmo la sua bella idea! M.P. sono le iniziali del mio secondo e primo nome (Maria Paola), mentre Black sta per “Sirius Black”, uno dei miei personaggi preferiti della mitica saga di Harry Potter.

Il tè del venerdì con M. P. Black

Sei nel mercato editoriale da alcuni anni e hai fatto esperienze molto varie, sia con editori che da self, spaziando in diversi generi e rivolgendoti a un pubblico variegato. Ci racconti del tuo percorso? Com’è oggi il tuo rapporto con la scrittura e l’editoria?

Sono nata come autrice fantasy per ragazzi, perché questo è, in assoluto il mio genere preferito. Ricordo, infatti, che il primo libro che ho letto, a otto anni, è stato “Alice nel Paese delle Meraviglie” e che da quel giorno si è aperto un mondo fantastico per me, fatto di altrettanti libri favolosi, che mi hanno consentito di viaggiare davvero con la fantasia su altri lidi.

Ho iniziato a scrivere romanzi brevi fin dalle medie, ma solo nel 2007 ho deciso di pubblicare un manoscritto che ritenevo interessante, un urban fantasy che ha ottenuto davvero un ottimo riscontro tra i lettori. Da quel momento in poi, non mi sono più fermata.

Ho scritto altri cinque fantasy per ragazzi, paranormal romance, tre horror con un pizzico di thriller e, per ultimo, appena pubblicato, un romance particolare, con un po’ di humor.

Hai detto giusto, asserendo che il mio pubblico è variegato. Infatti, io mi dedico ai ragazzi, ma anche agli adulti. Non mi piace fermarmi a un solo genere, preferisco spaziare verso altri generi di scrittura, anche per mettermi sempre alla prova e capire fin dove posso arrivare.

Per quanto riguarda il mondo dell’editoria, io sono un’autrice “ibrida”, cioè pubblico sia con case editrici (attualmente GDS e DRI), che come self.

Ritengo entrambe le esperienze importanti in egual modo. Un autore, prima o poi, deve riuscire a pubblicare con una casa editrice, per capire davvero come funziona avere un editor, quali sono i vari passaggi prima di arrivare al romanzo finito, etc…

Però credo sia anche importante dedicarsi al self, per diventare un po’ indipendenti e capire come muoversi meglio in questo ambiente comunque difficile e, soprattutto, comprendere per bene i gusti e gli interessi dei lettori.

Recentemente ti sei cimentata in un genere abbastanza nuovo per te, con “Credevo di essere morta (invece mi sbagliavo)”. Ci racconti qualcosa di questo romanzo… particolare? Questo avvicinamento al rosa (a modo tuo!) è l’inizio di un percorso o solo un esperimento?

Diciamo che è sia l’inizio di un percorso che un esperimento. Questo romanzo mi frullava per la testa da almeno un anno.

Una sera, di qualche tempo fa, ho iniziato a guardare un film particolare con Robin Williams,“Al di là dei sogni”, che tratta della vita dopo la morte.

Me ne sono innamorata pazzamente, tanto che l’ho visto almeno cinque volte. E, da quel giorno, piano piano, ho iniziato a elaborare la trama del romanzo. Essendo un romance, solo con un pizzico di paranormal, per me si è trasformato per davvero in un esperimento e in una novità.

Ho voluto assolutamente mettermi alla prova e ho visto che, finora, il romanzo ha ottenuto davvero un buon riscontro da parte dei lettori. Una lettrice, in particolare, mi ha invitata a proseguire su questa strada, scrivendo “solo” romance.

Così, ho pensato di accontentarla, continuando, però, a scrivere anche fantasy per ragazzi, che resta sempre il mio genere preferito.

“Credevo di essere morta (invece mi sbagliavo)”. Come è nato questo romanzo? In realtà la domanda che ho sulla punta della lingua è… quanto ti sei divertita a scriverlo?????

Mi sono divertita tantissimo a scriverlo! La prima stesura l’ho terminata in poco più di un mese! Le parole uscivano di getto, senza paura, spingendomi a proseguire con la scrittura.

Quando mi mettevo davanti al p.c., era davvero difficile bloccarsi. Mi sono divertita e, alla fine, credo che questo romanzo sia la mia produzione migliore.

L’ho scritto con passione, emozione, senza risparmiarmi anche nella fatica giornaliera.

Spero che possa ottenere tanta attenzione da parte del pubblico, perché penso che possa davvero divertire e far scorrere qualche ora piacevole ai lettori. Preciso che questo non è un romanzo per ragazzi, ma per adulti, contenendo anche qualche scena “piccante”.

Hai già all’attivo molte opere e progetti editoriali importanti. Quali magie ci regalerai nel nuovo anno appena iniziato?

Quest’anno, molto probabilmente, scriverò un altro romanzo fantasy per ragazzi e ho in mente un romance che mi frulla da tempo per la testa, ambientato nella splendida Alaska. Vediamo dove mi porterà il cuore!

Sì, Miss Darcy, mi ricordo di chiederlo!!! Uff, oggi è così tesa, avrà visto un fantasma! Ma ecco la domanda a cui tiene tanto: come lo predi il tè?

Contenta, Miss Darcy? 😛 Ahahah! Il tè lo prendo possibilmente al limone, senza latte! Lo bevo tutti i pomeriggi, quando sono a casa, e soprattutto mentre scrivo! Senza biscotti, perché preferisco assaporarlo puro!

Grazie mille per l’accoglienza!

paola de pizzol M. P. Black la maledizione della regina i guardiani delle anima

Lisa Verdi – la saga

http://amzn.to/2jsHGPe

Lisa Verdi  e il ciondolo elfico

Lisa Verdi vive le sue giornate tranquillamente, tra la scuola e gli amici, insieme alla zia, dopo la morte prematura dei genitori. Un giorno, però, la sua vita verrà stravolta per sempre, quando scoprirà di essere la figlia della Signora degli Elfi. Con la zia, il suo Guardiano Bartolomeo, un Elfo buffo e affascinante, il fidanzatino Paolo e gli amici Gianni e Matilde, Lisa sarà costretta a varcare il passaggio per il Regno degli Elfi, per portare a compimento un’antica profezia, che dovrebbe ripristinare la pace ad Aresil, antica capitale del regno.

Lisa dovrà affrontare pericoli e avventure mozzafiato, cercando di contrastare il male oscuro che tenta di impossessarsi di quel regno magico e pacifico. Dopo aver scoperto che la madre non è morta, ma che è proprio la Regina degli Elfi, Lisa capirà che non può ritornare indietro alla sua vita da semplice “umana” e che dovrà affrontare, con coraggio, il suo nuovo ruolo di principessa. Inoltre, il suo cuore inizierà a palpitare per il bel Bartolomeo, che farà di tutto per farla innamorare di sè.

Riuscirà Lisa a portare a compimento la millenaria profezia? Tra colpi di scena, avventure mozzafiato e teneri amori, si sviluppa un fantasy moderno, dove gli Elfi, misteriosi e affascinanti, non combattono solo con le armi bianche, ma anche con armi ben più moderne e sofisticate.

Lisa Verdi e l’antico codice

Lisa ora vive sulla terra, tra gli Umani, e le è stato rimosso ogni ricordo legato alla sua permanenza tra gli Elfi. Ha dimenticato anche il suo amore per il Generale Bartolomeo.

Ma forze oscure e malvagie stanno operando per minare il già precario equilibrio del Regno Elfico e dell’Universo Intero. “Scusa, stai forse parlando con me?” chiese Lisa, puntando un dito contro il suo petto e fissandolo con occhi ancora più sbarrati. Marcus sospirò e le fece un breve inchino. “Sto parlando con la nuova Signora degli Elfi, la quale, ora, ha il dovere di incontrare i Consiglieri.”

Lisa Verdi e il sole di Aresil

Lisa ha appena compiuto diciassette anni, ma non ha molto tempo per festeggiare. Deve partire subito, col suo amato Bartolomeo, alla ricerca di chi le fornirà lo strumento per combattere la “Madre”, l’origine di ogni male. Lisa sarà costretta a prendere decisioni difficili e delicate, anche nella sua sfera più intima e sentimentale.

Sino alla decisiva battaglia finale, in cui il Bene e il Male si scontreranno ancora una volta e in cui Gianni, il ragazzo della terza Profezia, dovrà abbandonare ogni timore per affrontare con coraggio il suo destino, a fianco dell’ adorata Andromeda.

Nell’ ultimo libro della Trilogia di Lisa Verdi, i già conosciuti personaggi si misureranno e si confronteranno con i nuovi, in una serie di momenti a volte drammatici e ad alta tensione emotiva. Lisa dovrà maturare in fretta… un nuovo mondo si sta aprendo per lei e per i suoi amici e nulla sarà più come prima.

Per leggere alcuni brani de La maledizione della regina, cliccate qui. 

paola de pizzol M. P. Black la maledizione della regina i guardiani delle anima

Tutti i libri di M. P. Black su Amazon

 Biografia di M. P. Black:

paola de pizzol M. P. Black la maledizione della regina i guardiani delle animaM.P. Black, al secolo Paola De Pizzol, si è affacciata nel mondo dell’editoria nel 2008, pubblicando con la 0111 edizioni di Milano la trilogia di Lisa Verdi, che ha subito riscosso un ottimo successo. Successivamente, con la casa editrice Domino di Piacenza sono stati pubblicati i due volumi de “I Guardiani delle Anime – La maledizione della regina e Il Veleno delle Streghe” e il romance a sfondo esoterico “La rosa e il pugnale”, che hanno vinto importanti riconoscimenti nell’ambito del “Premio Cittadella”.

“La Rosa e il pugnale” è stato ripubblicato in versione e-book dalla casa editrice GDS.

Con la casa editrice Dri di Treviso ha pubblicato la trilogia fantasy per ragazzi “I Viaggiatori del tempo”, che viene portata da tre anni nelle scuole medie del Veneto e sta riscuotendo un grande successo.

La fiaba “Messer Casanova e il gatto con gli stivali” è stata inclusa nell’antologia “Fiabe per leoni veneziani”, LT2 editore, a cura di Andrea Storti.

In self publishing è uscita la saga paranormal romance “Brilliant”, composta dai volumi “Brilliant ali di fata” e “Brilliant occhi nelle tenebre”, seguita da “Persa nel tuo riflesso – Medium Saga”, da “Persa nel tuo ricordo – Medium Saga” e dal racconto “Lo Spettro della candela.”

Brilliant ali di fata ha vinto, a marzo 2016, il secondo premio come miglior fantasy italiano, nell’ambito del “Trofeo Cittadella”, Deepcon17.

In self-publishing sono stati pubblicati i tre volumi della saga di “Lisa Verdi” (fantasy per ragazzi).

È iscritta all’EWWA, European Writing Women Association.

La pagina del libro https://www.facebook.com/iguardianidelleanime/

Il blog dell’autrice: http://mpblackofficial.blogspot.it/

paola de pizzol M. P. Black la maledizione della regina i guardiani delle anima

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

2 commenti

  1. Grazie di cuore per questo spazio che mi hai dedicato! Sono commossa!^^

Commenti chiusi