Il tè del venerdì: Loriana Lucciarini

Condividi con

Il tè del venerdì: Loriana Lucciarini

Il cielo d’Inghilterra rp_faceboovenerdì-550x289.jpg

Il tè del venerdì oggi ha il piacere di ospitare Loriana Lucciarini, scrittrice poliedrica e poetessa, che ci racconterà della sua ultima fatica, romanzo di genere romance pubblicato presso Arpeggio Libero, e delle altre sue opere.

Ora, fra uno scone e un sorso di tè, ci faremo raccontare dei suoi libri e dei suoi progetti, sognando con lei di trovarci… sotto “Il cielo d’Inghilterra”.

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

Ciao Loriana, benvenuta nel salotto di Miss Darcy.

Questa signorina d’altri tempi è un po’ indiscreta e, mentre si scalda l’acqua per il tè, vuole sempre strappare qualche segreto personale alle sue ospiti.

Com’è nato il tuo amore per la scrittura? Quali tematiche preferisci affrontare quando scrivi?

Scrivo da sempre, è parte di me, forse il modo migliore per comunicare con gli altri. Da accanita lettrice ho iniziato a riscrivere i finali delle mie storie preferite prima dei dieci anni, proseguendo poi nell’inventare storie e mondi tutti miei. Quando poi, all’età di dodici anni, mi regalarono la mia prima macchina da scrivere fu colpo di fulmine e da allora non ho mai smesso! 😀

Come hai anticipato anche tu, scrivo di tutto. Sono poliedrica come scrittrice quanto sono onnivora come lettrice: poesie, racconti, romanzi, fantasy, romance, fiabe per bambini… Quando una storia arriva a me è per essere raccontata e non mi pongo limitazioni, di struttura e genere, se non quelle relative alla capacità di renderle al meglio a livello narrativo.

In genere prediligo affrontare tematiche sociali a cui sono molto sensibile, nonché dare connotazioni realistiche e veritiere ai miei personaggi. Ad esempio, nel mio racconto “Il coraggio di raccontare” (presente nel volume “4 Petali Rossi, frammenti di storie spezzate” http://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/racconti/4-petali-rossi.html edizioni Arpeggio Libero, che affronta il tema della violenza sulle donne e che con le vendite sostiene il lavoro di un centro antiviolenza) narro lo stupro etnico durante la guerra nella ex Jugoslavia. Una storia che erano anni che desideravo raccontare, una vicenda cruda e forte, venuta alla luce con tantissimo dolore, che ritengo forse il mio miglior lavoro e che mi sta dando molte soddisfazioni da parte delle lettrici e dei lettori.

Anche nelle storie più lievi inserisco comunque argomenti importanti.

Così, ad esempio ne “Il Cielo d’Inghilterrahttp://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/narrativa/il-cielo-d-inghilterra.html  affronto la disparità fra classi sociali. Nella favola “Si può volare senza ali” http://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/per-i-piu-piccoli/il-mare-di-nebbia-si-puo-volare-senza-ali.html  parlo invece ai più piccini dei temi dell’accoglienza, dell’amicizia e della solidarietà. Addirittura in “Bigodini e Burraco”, un brevissimo racconto di genere chick-lit divertente e ironico, pur raccontando le avventure delle signorine della Pinella Associations, faccio un’analisi della situazione attuale e della difficoltà di tante persone a vivere un’esistenza piena e dignitosa. Nell’ultimo mio romanzo fantasy “Una fantastica caccia al tesoro” il tema principale è l’avventura formativa che porterà alla crescita tutti e cinque i protagonisti.http://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/narrativa/una-fantastica-caccia-al-tesoro.html

In sostanza, amo pensare che il mio talento possa essere utilizzato per dare un contributo ai temi sociali, per migliorare ciò che c’è e spingere a una riflessione su aspetti importanti. Quindi mi metto a disposizione e provo a farlo, spero nel migliore dei modi.

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

Parliamo de “Il cielo d’Inghilterra”: com’è nato questo romanzo? Perché hai scelto questa ambientazione?

Volevo raccontare una storia leggera, delicata e intensa, che richiamasse i bei romanzi di fine Ottocento inglese di cui sono appassionata (adoro Jane Austen!) e così è arrivata l’idea de “Il Cielo d’Inghilterra”, che però si svolge ai giorni nostri, con ammiccamenti al passato, un po’ per le situazioni un po’ per i richiami a luoghi evocativi e famosi. Infatti, oltre a parlare di Londra viene citata anche Bath, in un mio personale omaggio al zia Jane!

Poi, quale luogo migliore per raccontare una moderna favola, dove la protagonista riceve un’inaspettata eredità, se non l’affascinante location british? 😀

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

I protagonisti de “Il cielo d’Inghilterra”: che cosa ritieni renda unici e speciali i tuoi personaggi? Quali emozioni trasmetti attraverso di loro?

Che sono personaggi vivi, veri, intensi, in cui tutte le lettrici potranno riconoscersi, nelle varie sfumature di luci e ombre. Le emozioni sono tante e diversificate: il desiderio di rispettare i voleri di chi si è amato tanto, la voglia di fare la scelta giusta, la necessità di riscatto, la rabbia per essere sottovalutata, la paura di sbagliare, il senso di inadeguatezza, il pregiudizio, la ribellione contro gli schemi imposti da altri, la voglia di poter scegliere per se stessi, l’incapacità di andare al di là di ciò che si percepisce, dando seguito a equivoci che rischiano di diventare determinanti.

Cristina è una ragazza nella quale tutte noi ci possiamo rispecchiare: vive una normale vita fatta di impegni scolastici e di routine lavorativa aiutando i suoi nella gestione della pensione che hanno a Roma. La sua esistenza semplice verrà catapultata nel mondo dell’alta borghesia inglese che le incuterà non poche paure: la paura di sbagliare, di non essere all’altezza, di sentirsi fuori posto. Le sicurezze di Cristina vacilleranno di fronte a un ambiente che non sente suo, ma piano piano troverà dentro di sé la forza per affrontare questa nuova situazione e iniziare a vivere gli eventi a modo suo. Un coraggio, questo, che arriverà solo dopo i primi momenti di sbandamento, vuoi per la nuova situazione, vuoi per l’incontro con il suo vecchio amore, Steve.

loriana lucciarini

Gli altri, i Walker Jones, – Steve appunto, assieme alla sorella Mary e alla cugina Susan – sono lo specchio di un mondo diverso, di una realtà opposta. Anche loro risultano personaggi complessi; c’è chi riesce a stento a stare all’interno delle regole imposte dal capofamiglia e a sopportarne le ipocrisie; c’è chi – suo malgrado – si è adeguato e rischia addirittura di esserne soffocato, chi vive imbrigliato in aspettative che non riesce a trasformare in desideri propri.

Mary, ad esempio, è fragile e nasconde un segreto che le impedisce di essere felice. Susan, americana e anticonformista, sfida con indifferenza le regole imposte e proprio lei sarà per Cristina un sostegno utile a non farsi sopraffare da esse. Steve, invece, è intenso e contraddittorio, un personaggio da odiare e amare a seconda dei momenti, che si rivelerà pieno di sfaccettature anche insolite e inaspettate. Poi c’è Marlon… che per Cristina si presenterà come una nuova possibilità, una rivincita, il sole capace di scacciare il grigio di un amore rincorso a lungo e mai afferrato. Marlon, un uomo pieno di fascino, capace di farle battere di nuovo il cuore (non è dato spere se per qualche attimo o per sempre, se siete curiose leggete il romanzo!)

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

“Il cielo d’Inghilterra”, grazie anche alla sua ambientazione, ci richiama alla mente i temi più classici della narrativa romantica, ci trasmette il sapore delle storie d’altri tempi. Ci sono autrici o opere che ti hanno ispirata maggiormente, nel raccontare questa fiaba moderna?

Assolutamente sì, come dicevo zia Jane in primis è l’artefice di tutto. I suoi romanzi hanno lasciato in me uno speciale sentimento che ho tentato di ricreare con le atmosfere de “Il Cielo d’Inghilterra”. Ovviamente le vicende di Cristina e degli altri protagonisti si svolgono ai giorni nostri, ma ho voluto mantenere la delicatezza e l’impalpabilità di quel romanticismo a me tanto caro che ho tanto amato nelle pagine scritte da questa straordinaria autrice.

Pertanto in questo romanzo troverete i battiti del cuore, le emozioni, la trepidazione dell’attesa e molto poco eros. E’ un romance atipico, controcorrente al giorno d’oggi ma a me piacciono le sfide. Il giudizio positivo e entusiasta di tantissime lettrici mi fa comprendere di aver colto nel segno: c’è bisogno di ritornare alla delicatezza, al romanticismo più colorato e leggero e io, con penna lieve e sensibile, ho provato a farlo (spero bene).

14542640_10209239814866394_381310865_n

Le tue opere spaziano fra generi diversi, ti dividi fra poesia, narrative breve e romanzi. In quali senti di esprimere meglio te stessa? Che progetti hai per il futuro?

E’ attraverso la scrittura che esprimo me stessa, sempre. Mi trovate infatti in entrambi i generi. Ma se nei romanzi io divento solo lo “strumento” narrativo di storie che spesso non sono neanche mie, che arrivano da chissà dove per voler essere raccontate; nelle poesie sono io nuda nell’anima. Eppure entrambi sono i miei modi per raccontare ciò che sono. Nel primo metto in gioco le mie abilità (arte e talento per trasportare il lettore in vite di carta e inchiostro, articolando colpi di scena, descrizioni e emozioni); nel secondo invece tutto è generato da me e dal mio mondo interiore, che si esprime in parole lievi fatte di luce o in versi pieni di rabbia e graffi di pianto.

I progetti per il futuro prossimo – che purtroppo hanno subito un rallentamento per motivi familiari e personali – vedranno l’uscita di uno speciale romanzo fantasy di formazione rivolto ai ragazzi (scritto assieme all’amica e coautrice Sabrina Cau).

È in via di conclusione anche il  nuovo romanzo contemporaneo, una storia dura e forte (scritta assieme alla mia socia letteraria e sorella d’anima Laura Bassutti). Questi sono due progetti diversi, nati in modo unico, quasi speciale, in cui credo molto e che spero abbiano l’attenzione e il successo che meritano. Sta invece per partire l’avventura di un romanzo fantasy, questa volta con connotazioni originali, che inizierò a scrivere assieme a all’amica e scrittrice di talento: Monica Serra, un nome conosciuto dagli amanti del genere. Poi… poi c’è un nuovo romance e un nuovo lavoro che probabilmente uscirà nel prossimo anno con una casa editrice appena nata e che mi vedrà a breve tra i suoi autori.

Tanta carne al fuoco e davvero poco tempo, perché la vita prende il sopravvento e le scadenze, gli impegni quotidiani tolgono spazio alle passioni. Ma io, tenace e determinata, rosicchio tempo ai miei giorni per ritagliarmi spazio per i miei mondi immaginari e le mie storie fatte di carta e parole. Spero mi seguirete in questo percorso e, soprattutto, spero di riuscire a farvi emozionare e trasmettervi qualcosa di me.

images-1

E infine, domanda di rito: come lo prendi il tè?

Bella domanda! Mi piace poterti rispondere 😀

Il te è una coccola che mi concedo quando voglio stare bene e che quasi sempre assaporo davanti a un bel libro, in una pausa completa di relax.

Amo gli aromi speziati e profumati, come quello dell’arancia e cannella, del robois o del bergamotto, profumi che richiamano immediatamente atmosfere calde e colorate di momenti di festa e sentori di “casa”.

loriana lucciarini

Grazie Loriana!

Il cielo d’Inghilterra – la sinossi

Ambientato tra Roma e Londra, è una storia delicata dove i veri sentimenti vincono e dove le convenzioni della nobiltà inglese non riusciranno a cambiare il carattere della protagonista che, lentamente, acquisterà la determinazione necessaria per fare le proprie scelte.

Cosa fareste se un’anziana vedova inglese vi nominasse erede del suo ingente patrimonio, strappandovi alla tranquilla pensione che gestite con i vostri genitori nel centro di Roma?

È quello che capita a Cristina, la cui tranquilla esistenza viene sconvolta dalla notizia della morte di una signora conosciuta tempo prima e che ha deciso, inaspettatamente, di farla sua erede.

Così Cristina è costretta a tornare in quella stessa Inghilterra dove già in passato ha lasciato un pezzo di cuore, e rivedere Steve, che non è mai riuscita a dimenticare, nonostante dopo il suo ritorno a Roma non l’abbia più cercata.

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

Ma, soprattutto, dovrà fare i conti con le convenzioni sociali dell’alta nobiltà inglese che pretenderanno di cambiarla nel carattere e nei modi, stravolgendo tutti i valori in cui ha sempre creduto.

«La magia che sprigiona questa vicinanza

e le intense emozioni che la travolgono,

la turbano, la fanno vibrare come fosse

una nota di cristallo sospesa nella melodia.»

Laura Bassutti, fonte: Parliamo di Libri

images

Loriana Lucciarini

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciarini

Loriana Lucciarini vive in provincia di Viterbo e lavora a Roma. Scrive da sempre poesie e racconti.  In passato ha utilizzato lo pseudonimo di Charlotte Ridley per pubblicare racconti e alcune poesie.

Dal 2013 ha pubblicato due raccolte di poesie, I legami sottili dell’anima e Sotto le nuvole. Ha all’attivo un racconto per ragazzi, Una fantastica caccia al tesoro e una raccolta di racconti brevi, short stories, Little Thoughts. Mentre il suo romance “Il cielo d’Inghilterra” è stato pubblicato con Edizioni Arpeggio Libero.

Sempre con Arpeggio Libero ha ideato, curato ed è fra le autrici di “4 Petali Rossi, frammenti di storie spezzate” l’antologia solidale a sostegno del centro antiviolenza BeFree, che tratta i temi della violenza di genere e del femminicidio devolvendo i ricavati delle vendite alla Casa delle donne nella Marsica.

Il suo racconto nell’antologia è “Il coraggio di raccontare”.

IL CIELO D'INGHILTERRA loriana lucciariniSempre per Arpeggio Libero ha curato e ideato la collana di favole “Di favole e di Gioia” che sostiene Emergency, la sua fiaba “Si può volare senza ali” è in coppia con quella di Marta Tempra, in un volume dal formato bifronte completamente illustrato a colori, le due favole sono ambientate a Civita di Bagnoregio (Vt) la “città che muore”.

Ha vinto alcuni premi letterari, ed è stata inserita in varie antologie, vedere la sezione Concorsi e Premi e la sezione Antologie

Attualmente, oltre al proprio blog, Scintille d’Anima, Loriana Lucciarini è una delle admin di  Magla, l’isola del libro e del blog 4writers.4blog.

Il Cielo D’Inghilterra – scheda

  • IL CIELO D’INGHILTERRA, edizioni Arpeggio Libero collana “Delectatio”
  • genere: romance
  • Pagine 176
  • anno 2015 
  • prezzo 14 euro

link per acquisto: http://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/narrativa/il-cielo-d-inghilterra.html

sito internet dedicato, con trama, sinossi, info e altro ancora:

https://ilcielodinghilterra.wordpress.com/

pagina facebook:

https://www.facebook.com/Il-Cielo-dInghilterra-di-Loriana-Lucciarini-1220635294670505/?ref=bookmarks

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi