Il tè del venerdì: L’Eredità Medicea

Condividi con

L’Eredità Medicea, di Patrizia Debicke van der Noot

tè del venerdì interviste

Questa settimana il tè del venerdì ci trasporta indietro nel tempo. No, nessun salotto vittoriano, ma un viaggio attraverso la storia italiana, raccontata dalla penna di Patrizia Debicke van der Noot, una delle principali autrici italiane che si sono dedicate al romanzo storico.

Sono numerose le sue opere, principalmente dedicate all’epoca rinascimentale, alcune delle quali hanno ricevuto importanti riconoscimenti in premi letterari.

Oggi con lei parleremo di una delle sue ultime fatiche, L’Eredità Medicea, pubblicata nel 2015 presso parallelo45 edizioni. Il romanzo segue le vicende di Cosimo I de’ Medici e di Alessandro Vitelli, generale comandante di Firenze per Carlo V, a partire dall’assassinio di Alessandro de’ Medici, perpetrato il 6 gennaio 1537 a opera di Lorenzino de’ Medici.

L'Eredità Medicea

Comincio con il ringraziare la signora Debicke di essere qui con noi fra le pagine del blog e parto con la prima domanda:

Quando e come è nata la sua passione per il romanzo storico e per l’epoca medicea in particolare? Quali sono gli elementi necessari per ispirarle un romanzo?

Amo la storia da sempre, che io ricordi, e a scuola era la mia materia preferita. Mi piace raccontarla e ritengo che il modo migliore per farlo sia attraverso una trama storica o giallo storica da “novellista”, diciamo, per bambini grandi.

L’epoca Medicea è venuta da sé, perché il primo personaggio che mi ha colpito è stato Don Giovanni de’ Medici, ultimo figlio maschio legittimato del Granduca Cosimo I, guerriero, ammiraglio, architetto e generale. A quindici anni a combattere nelle Fiandre agli ordini di Alessandro Farnese, poi Maestro di Campo nell’esercito imperiale, contro i Turchi e Governatore Generale delle armate venete fino alla sua morte a Venezia. Ḕ stato il fortunato protagonista di due dei miei romanzi: La gemma del cardinale e L’oro dei Medici.

Gli elementi principali dai quali traggo ispirazione: il carattere e la vita dei personaggi principali, i ritratti di allora, se ci sono, che mi aiutano molto, come la ricostruzione dell’ambiente e i fatti storici dell’epoca, che siano agguati, scontri, complotti, tradimenti nei quali e con i quali sia possibile tessere una vera trama.

Parliamo di “L’Eredità Medicea”: che cosa l’ha attratta di queste vicende? Come ha scelto i protagonisti di questo romanzo?

Avendo scritto e studiato di Don Giovanni de’ Medici sapevo tutto del padre Cosimo I, della sua straordinaria personalità e della sua vita da prescelto dal fato: erede dei due rami Medici da parte di padre e di madre, figlio di Giovanni dalle Bande Nere, nipote di Caterina Sforza, scelto a diciassette anni per diventare signore di Firenze, una volontà di ferro e una vita piena di avventure nella quale potevo inserirmi. Poi l’altro immenso protagonista, Alessandro Vitelli, marito di Angela Rossi di S. Secondo cugina di Cosimo, lo splendido condottiero, il comandante dell’esercito imperiale in Toscana, ago della bilancia per consolidare il potere del giovane Medici su Firenze. Due protagonisti, appoggiati da una serie di personaggi reali, per una grande storia, riscritta con i toni del feuilleton e ridipinta in giallo, con in più, come scuola generazionale di potere, il costruttivo contrasto psicologico tra Alessandro Vitelli nella sua veste di padrino/istruttore e Cosimo de’ Medici, figlioccio/allievo.

“L’Eredità Medicea” e la costruzione di un romanzo storico: ci racconta qualcosa della storia dietro la storia? Come nasce un’opera così impegnativa? Quali ricerche, quali studi ha richiesto?

Patrizia Debicke van der NootNon è facile, tante ricerche negli archivi, sul web: va tutto bene ma per fare le ricerche ci vuole tempo. Mesi, anni qualche volta. E ci vuole buona conoscenza del periodo storico per mirare giusto e trovare uno spazio temporale e consequenziale plausibile in cui inserire la storia che si vuole raccontare. Senza dimenticare però che i binari sono stretti e l’errore sta sempre dietro l’angolo. Comunque chi legge di storia sa che per ogni fatto accaduto e personaggio realmente vissuto si possono trovare diverse interpretazioni, spesso contrastanti tra loro. Bisogna solo scegliere quella che più conviene.

L’Eredità Medicea e la caratterizzazione dei personaggi storici: come costruisce i suoi personaggi, e i protagonisti di “L’Eredità Medicea” nello specifico?

Io vado a cercare, leggo e rileggo scritti, lettere, biografie per approfondire la psicologia dei personaggi e sono sempre a caccia di indizi e di materiale per arricchire la trama. E quindi alla fine tanto lavoro per mettere insieme montagne di appunti e pile di materiale che però che non devono mai prevaricare la narrazione, anzi sparire facendo da cornice. Io non scrivo saggi storici, ma romanzi.

Ultima, anzi, penultima domanda: quali sono i suoi progetti futuri?

Il mio futuro in questo momento è anche il mio presente, perché stiamo parlando di L’Eredità Medicea, giallo storico sui Medici nell’anno che vedrà l’uscita a settembre sugli schermi televisivi italiani della grande fiction televisiva sulla famosa famiglia fiorentina, interpretata da Dustin Hoffmann e Richard Madden (Il Trono di spade). Nel frattempo è già arrivata in libreria La congiura di San Domenico, ed. Todaro, seconda avventura della mia Sentinella del papa che vede come protagonista un ufficiale della Guardia Svizzera al servizio di papa Giulio II nel 1506 e, sospetto, che prima di fine anno ci saranno altre sorprese…

E l’ultima, che non manca mai… come lo prende il tè?

Rigorosamente nero e senza zuccherò. Preferibilmente Green tea o Russian Caravan, Con piatti orientali invece: Jasmin tea.

Grazie a Patrizia Debicke van der Noot per essere stata con noi questo pomeriggio!

 L’Eredità Medicea – la trama

6 gennaio 1537, nella notte della Befana Lorenzino de Medici, detto Lorenzaccio, uccide a tradimento il cugino Alessandro de’ Medici, duca di Firenze.

Firenze è decapitata. Serve un successore da nominare e in fretta.

Il diciassettenne Cosimo de’ Medici, unico figlio di Giovanni delle Bande Nere, assumerà il potere con l’appoggio di Alessandro Vitelli, comandante dell’esercito imperiale. Ma tanti, troppi nemici lontani e vicini tramano contro il nuovo duca. Un intero esercito si sta radunando ai confini per spodestarlo. E tra coloro che lo circondano, di chi può veramente fidarsi? Chi sono i crudeli mandanti dell’Ombra, lo sconosciuto traditore, la serpe in seno che attenta alla vita di Cosimo de’ Medici? E a cosa mirano? Riuscirà Alessandro Vitelli a intervenire in tempo per proteggerlo.

L’Eredità Medicea – la scheda

Autrice: Patrizia Debicke

Romanzo Storico

Pubblico: generico

Collana: Secondo Millennio

pagine: 306

Prezzo: € 12,00

Link di vendita su Amazon: https://www.amazon.it/Leredità-medicea-Patrizia-Debicke-Noot/dp/8898440634

 

L’autrice

Patrizia Debicke van der NootDebicke van der Noot, nata a Firenze, dopo varie esperienze lavorative dal 2003 passa alla scrittura. Ha viaggiato molto e ha trascorso la sua vita sia in Italia che all´estero.

Ha scritto romanzi, romanzi gialli, gialli storici e racconti per svariate antologie (l’ultima “Crimini d’Estate”, Calibro Novecento, è uscita nel giugno 2015) e racconti lunghi pubblicati in E-book con Milano e Nera e Delos Digital. Con Corbaccio ha pubblicato i gialli storici: L’oro dei Medici, La gemma del cardinale e L’uomo dagli occhi glauchi.

Nel 2010 con L’uomo dagli occhi glauchi si è classificata seconda assoluta al Premio del IV Festival Mediterraneo Internazionale del giallo e del noir di Sassari e nel 2012 ha ricevuto il Premio alla carriera al IX Premio Europa di Pisa.

Nel settembre 2013 ha pubblicato La Sentinella del Papa, Ed. Todaro. Nel gennaio/2014: Il ritratto scomparso, Ed. Melino Nerella. In aprile 2015 con Odissea Digital Delos ha ripubblicato in versione e-book L’uomo dagli occhi glauchi.

Il 13 novembre 2015, La Sentinella del Papa, Ed. Todaro, ha ottenuto il premio della critica al Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti di Seravezza.

Nel dicembre 2015 ha pubblicato con Parallelo45 L’Eredità Medicea.

A maggio 2015 La congiura di San Domenico, Todaro, seconda avventura della Sentinella del papa.

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi