Intrighi d’amore a Villa Roseburn

La signora del Lunedì: Romina Angelici e Intrighi d’amore a Villa Roseburn

Intrighi d’amore a Villa Roseburn, di Romina Angelici, apre la nuova settimana del Gruppo Regency & Victorian.

Ecco a voi Romina Angelici e la consueta intervista organizzata nel gruppo e qualche curiosità che l’autrice ci ha proposto in bacheca.

signora lunedì

La signora del lunedì, l’intervista

1.     Il tuo piatto preferito

Già la prima domanda mi ha messo in crisi! Figuriamoci quando arriverò alla 4^! Posso dire il cappuccino? Perché lo preferisco a qualsiasi altra cosa, anche se un piatto propriamente non è!!!

2.     Viaggeresti in nave/ treno/ diligenza per visitare l’Europa?

Farei il giro dell’Europa in treno, mi sembra abbastanza scomodo, mai quanto la diligenza però!

3.     Teatro, lirica o balletto?

Teatro. classico rigorosamente. Non sopporto le versioni moderne.

4.     Il momento più imbarazzante del tuo incontro con Lui? (può anche non essere descritto nel romanzo)

Il momento più imbarazzante con il mio lui è stato quello del primo bacio…

5.     Passeresti una notte trasgressiva, travestita da uomo al Moulin Rouge (o da Tattersall) solo per pedinare Lui?

Non entrerei al Moulin Rouge per pedinare il mio lui, ma lo aspetterei sicuramente lì davanti, forse sì, per sicurezza, travestita da uomo!

Highbury Gazette presenta Intrighi d'amore a Villa Roseburn

E adesso passiamo a rispondere a nome di Charlotte Roseburn, eroina, anche lei suo malgrado, dei miei Intrighi d’amore a Villa Roseburn, appunto:

  1. Charlotte mangia spesso il famoso pasticcio di manzo di Mrs Reinolds;
  2. Le piacerebbe girare per l’Europa naturalmente in diligenza, per ora però conosce solo la tratta Londra-Bath;
  3. Va spesso a teatro al Covent Garden;
  4. Il suo momento più imbarazzante con Lord Charming è stato quando lui l’ha fissata per tutto il tempo del tragitto in carrozza nella gita a Beacon Hill;
  5. In realtà c’è un travestimento nel racconto, cui un misterioso domino nero fa ricorso per omaggiare Charlotte e la sua amica Miss Trouble di un tulipano screziato ma il tutto si è svolto all’aperto dei pubblici giardini di Vauxhall!

download (21)

Qualche altra domanda per conoscere Intrighi d’amore a Villa Roseburn…

Ci racconti qualcosa di più sui protagonisti del romanzo? Mi incuriosisce questa signorina Charlotte! ^_^ (per non parlare di Lord Charming!)

Ho utilizzato apposta dei nomi che fossero evocativi perciò Lord Charming ha già cominciato a sprigionare il suo fascino e Miss Trouble a portare guai in casa di Lady Olivia. C’è anche un Mr. Patient che dovrà fare ricorso a tutta la sua pazienza poverino e Charlotte Roseburn è una rosa in fiore che aspetta di essere colta, forse da chi meno si aspetta. Non sono molti i personaggi del mio racconto ma spero li possiate trovare simpatici!

Come è nata l’idea di questa storia?

È stata Cinzia Giorgio a stuzzicarmi dicendomi: perché non scrivi un racconto regency? E così il seme ha germinato e guardandomi intorno ho lasciato che le molte letture di Georgette Heyer si riproponessero da sole alla mente. Ho voluto però che i luoghi fossero quelli contrassegnati da Jane Austen, nelle lettere, relativamente alla seconda parte che si svolge a Bath.

Lady with Harp, Eliza Ridgely, 1818

Lady with Harp, Eliza Ridgely, 1818

Intrighi d’amore a Villa Roseburn

Villa Roseburn è la dimora di Lady Olivia ed è lei che vorrei presentarvi non solo perché padrona di casa ma anche perché secondo me il vero deus ex machina della vicenda (o almeno lei è convinta che sia così e io glielo lascio credere perché mi è molto simpatica).

Vi lascio quindi un piccolo assaggio per conoscerla meglio:

Erano trascorse sessantacinque primavere senza che Lady Olivia vedesse oscurata la soave imperturbabilità del suo bianco incarnato; appena appena un rossore di compiacimento ne aveva soffuso le gote quando sir Geoffrey di Roseburn aveva dichiarato la resa, sul tappeto cremisi, ai suoi piedi.

Non che il risultato non avesse richiesto un minimo sforzo, ma il guadagno era tutto dalla parte di lui, come presto avrebbe sperimentato.

Il prestigio e la rispettabilità della sua residenza crescevano in misura pari a quelli della sua signora e non c’era ricevimento o ballo che la migliore società di Londra non si premurava di onorare con la propria presenza.

Nemmeno le gioie della maternità distolsero Lady Olivia dal suo imprescindibile ruolo pubblico e la piccola Charlotte preferiva l’atmosfera ovattata della nursery al via vai mondano dei salotti sottostanti, pur di non disturbare l’indaffaratissima madre.

Quando sir Geoffrey fu chiamato a pagare il suo tributo alla vita dalle sue generose bevute, Lady Olivia sposò il lutto con la stessa fedeltà osservata con il coniuge e si adattò perfettamente ad uno stile di vita riservato ed esclusivo, al quale era diventato un onore ancor più speciale ambire di essere ammessi.

Northanger Abbey

Northanger Abbey CE Brock Vol I chap XV

Intrighi d’amore a Villa Roseburn – Sinossi

Nell’augusta dimora di Lady Olivia Roseburn, a Londra, l’arrivo di Miss Trouble, il cui nome è tutto un programma, rompe la monotonia di un’esistenza scandita da regole e piani precisi. L’arrivo di mazzo di tulipani screziati, di cui non si conosce il mandante né tanto meno la presunta destinataria, crea scompiglio tra i diversi corteggiamenti in atto.

Miss Charlotte Roseburn comincia a domandarsi se non sia un omaggio di Lord Charming, vecchio amico di famiglia, a sua madre o se suo cugino Henry Stanhope non voglia invece indirizzarlo alla bella Susan Trouble, o se sia infine il timido tentativo di seduzione di Mr Patient, amico di Henry.

L’allegra comitiva si sposterà poi a Bath per la stagione estiva dove, anche grazie all’arrivo di Mrs Stanhope, la rete di equivoci si infittisce sempre di più.

Solo l’intervento di un formidabile cerimoniere riuscirà a sistemare ogni tessera al posto giusto.

Un romanzo che intrattiene con leggerezza, ma in cui nulla è lasciato al caso, come nella migliore tradizione inglese.

Si rivivono le atmosfere dei romanzi di Jane Austen e le situazioni descritte da Georgette Heyer, nella sua scintillante produzione ispirata all’Età Regency.

Un omaggio a due grandi scrittrici e alle loro appassionate lettrici.

literary salon il salotto di miss Darcy

Romina Angelici

Highbury Gazette presenta Intrighi d'amore a Villa RoseburnRomina Angelici è laureata in Giurisprudenza e impiegata ma non ha mai dimenticato l’iniziale amore sbocciato sui banchi di scuola per la poesia.

Di formazione classica, accanita lettrice, adora Jane Austen e la letteratura inglese.

Ha collaborato con la rivista Ottocento Letterario e con il sito di comunicazione www.informazionetv, e ha pubblicato alcuni contributi sul sito Jasit.it; gestisce il blog ipiaceridellalettura.wordpress.com.

Vive in provincia, nelle Marche, su una collina sul mare, sposata, ha 44 anni, due figli, ama sia la tranquillità domestica sia viaggiare.

Il blog dell’autrice, I Piaceri della lettura

Romina Angelici racconta Intrighi d’amore a Villa Roseburn: https://ipiaceridellalettura.wordpress.com/2016/08/31/intrighi-damore-a-villa-roseburn/

Link di vendita di Intrighi d’amore a Villa Roseburn

 

http://www.aliberticompagniaeditoriale.it/libro/9788893231190

https://www.amazon.it/Intrighi-damore-Roseburn-Romina-Angelici-ebook/dp/B01JIS09CI

 

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi