Giornata Internazionale della Donna

Condividi con

Giornata Internazionale della Donna

William Adolphe Bouguereau, MImosa. 1899.

Giornata Internazionale della Donna. Ricorre l’8 marzo una festa che ogni anno viene discussa e interpretata.

Spesso ridotta a una semplice occasione per festeggiare con le amiche, questa celebrazione ha origini molto nobili, che vale la pena di ricrodare. 

L’idea celebrare la giornata internazionale della donna nasce nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti, grazie al Partito socialista americano, ma solo nel 1910 la proposta venne raccolta e portata avanti da Clara Zetkin, e discussa durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

giornata internazionale della donna

Jane Austen. Scrittrice. Ha camiato il modo di racontare, ha lasciato un ritratto della società della sua epoca.

La scelta dell’8 marzo, a differenza di quanto suggeriscono alcune fonti, non ha una motivazione particolare: anzi, per molti anni in diversi Paesi veniva celebrata in giorni diversi. Solo a partire dal 1921, durante la Seconda conferenza delle donne comuniste a Mosca, 1921 fu decida una data comune, in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo del 1917.

Questa giornata ci serve per ricordare il cammino che le donne hanno fatto negli ultimi due secoli per avere pari dignità, per avere il riconoscimento del lavoro svolto, per contrastare gli stereotipi e le tradizioni che ancora oggi gravano sul mondo femminile.

giornata internazionale della donna

Ada Lovelace. Fu una matematica di grande intuizione e preparazione, fu una figura fondamentale per la nascita dei calcolatori.

Oggi quanta strada abbiamo ancora da fare? Tanta. Ma siamo la punta dell’iceberg di un grande, robusto monolite, portate sulle spalle da chi, prima di noi, ha combattuto e permesso che noi donne di oggi avessimo una vita migliore.

giornata internazionale della donna

Sylivia Pankhurst. Sufraggetta, attivista, riuscì a dare grandissimo impulso alla causa del voto alle donne.

Grazie a…

Le Suffragette che hanno lottato per il diritto al voto.

Le donne che hanno combattuto per accedere alle università, alle professioni ritenute “maschili”.

Le operaie che hanno sacrificato vita e sogni nelle fabbriche, dove sono sfiorite, dove hanno visto soffrire i loro figli per un’ingiusta concezione del lavoro.

Le madri e le mogli che hanno vissuto all’ombra della storia, dimenticate.

Le vittime delle violenze, che hanno reagito, a costo di reputazione e a volte della loro stessa vita.

Le donne che hanno combattuto per la pari dignità.

Le donne a cui non è stato permesso di combattere, relegate in ruoli marginali della società, il cui silenzio grida forte.

Le donne che hanno avuto il coraggio di comprendere, di denunziare e di cambiare la propria vita e quella di altre donne.

Elizabeth Garrett Anderson, la prima donna medico in Inghilterra.

La donna nella poesia

 

Alzatevi

Per tutte le violenze consumate su di Lei,

per tutte le umiliazioni che ha subito,

per il suo corpo che avete sfruttato,

per la sua intelligenza che avete calpestato,

per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,

per la libertà che le avete negato,

per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato,
per tutto questo:
in piedi, Signori, davanti ad una Donna.

(William Shakespeare)

Maria Montessori, nel 1896, sarà la terza donna italiana a laurearsi in medicina.

Se potrò impedire a un cuore di spezzarsi

Se potrò impedire a un Cuore di spezzarsi

Non avrò vissuto invano

Se potrò alleviare il Dolore di una Vita

O lenire una Pena

O aiutare un Pettirosso caduto

A rientrare nel suo nido

Non avrò vissuto invano.

(Emily Dickinson)

Emily Dickinson, la poetessa delle piccole cose e dell’immortale.

Passa radiosa, come la notte tersa

Passa radiosa, come la notte tersa
dai cieli stellati;
il meglio del buio e del fulgore
si incontra nei suoi occhi
addolciti a quella tenera luce
che il cielo nega allo sforzo del giorno.

Un’ombra in più, un raggio in meno, avrebbero
in parte guastato la grazia senza nome
che si posa sui capelli neri
o illumina il volto con dolcezza,
dove pensieri limpidi
svelano pura e preziosa dimora.
Su quella guancia, sopra quella fronte serena
sorrisi e colori parlano di pacifici giorni,
di un intelletto in armonia con tutto,
di un cuore che ama innocente.

(Lord Byron)

Marie Curie, fisica. Nota per i suoi studi sulla radioattività.

In Memoriam

Stammi vicina quando la mia luce si sta spegnendo
quando il sangue mi scorre lento e i nervi mi pizzicano
e formicolano, e il cuore è malato
e tutte le ruote dell’essere sono lente.

Stammi vicina quando il corpo sensuale
è tormentato dai dolori che sconfiggono la fiducia
e il Tempo un maniaco che sparpaglia la polvere
e la Vita una furia che getta le fiamme.

Stammi vicina quando la mia fede si sarà prosciugata
e gli uomini le mosche della primavera inoltrata
che depositano le uova e pizzicano e cantano
e tessono le povere cellule e muoiono.

Stammi vicina quando mi spegnerò
per porre fine alle fatiche umane
e sul ciglio basso e buio della vita
il crepuscolo della giornata eterna

(Alfred Tennyson)

La regina Vittoria.

donna

…E questa è solo una piccola parte del cammino…

Curiosità: la mimosa è il fiore che rappresenta la giornata internazionale della donna… solo in Italia. È infatti una pianta che in questo periodo raggiunge una spettacolare fioritura, ed è stata scelta perché dovrebbe costare poco. Ma se vi piace, domani costerà ancora meno!!!

Auguri a tutte!

Women who changed the world

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

I commenti sono chiusi